Collaudatore di opere pubbliche a tutela del cittadino: chi è e quali attività svolge!

In un’intervista al quotidiano economico –finanziario Itali a Oggi, il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli sottolinea l’importanza della bozza di decreto del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici: un nuovo dispositivo che oggi prevede l’obbligo di iscrizione in un albo professionale anche ai dipendenti pubblici intenzionati a svolgere l’attività di collaudatore di opere pubbliche.

Valuta questo articolo

Collaudatore di opere pubbliche a tutela del cittadino: chi è e quali attività svolge! Totale 5.00 / 5 1 Voti

“Un provvedimento apripista e dalla portata innovativa”. Così il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli definisce la bozza di decreto licenziata dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Un documento che stabilisce, tra l’altro, la necessità di essere iscritti ad un Ordine/Collegio professionale per svolgere la mansione di collaudatore di opere pubbliche, prevedendo l’estensione di tale obbligo ai dipendenti della pubblica amministrazione, come già fissato per i liberi professionisti. In questo quadro si inserisce il suo commento “Affrontiamo un tema che include i collaudi statici e tecnico amministrativi, cuore di ogni appalto, durante i quali si esaminano le caratteristiche delle opere pubbliche, dalla scuola alla strada; si tratta delle fasi delicate in cui si assicura maggiore tutela alla cittadinanza.”

“Per tale motivo è importante sapere che il collaudatore di opere pubbliche dovrà essere un professionista a tutti gli effetti, analogamente equiparato ai suoi requisiti, pur se inquadrato come un pubblico dipendente. Solo così, solo per fare un esempio, sarà tenuto a svolgere le attività formative e di aggiornamento continuo”.

Nell’ottica di tale novità, è opportuno ricordare che l’entrata in vigore del DPR 137/2012 ha abrogato tutte le disposizioni regolamentari e legislative incompatibili con lo stesso, fra cui le norme che limitavano l’iscrizione agli Albi professionali (comma 1, art. 2 DPR 137/2012). Fra queste, l’ex art. 7 del RD 274/1929, che escludeva agli impiegati pubblici l’iscrizione all’Albo dei geometri.

Un passaggio che consentirà di ottimizzare i percorsi di carriera all’interno delle pubbliche amministrazioni, laddove è previsto che una serie di mansioni possa essere svolta esclusivamente da chi è iscritto al relativo Albo di categoria, come – per l’appunto – quella di collaudatore di opere pubbliche.

“Ma non è tutto – conclude il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli – con l’inserimento di una figura professionalmente così concepita nella fase di collaudo, si tende a colmare anche il divario fra le piccole e le grandi pubbliche amministrazioni italiane, considerato che almeno nel 75% dei comuni risiedono almeno 5mila abitanti”.

Promozione Fastwebi
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.