Bonus Pubblicità: SCARICA IL PDF con il modello da presentare a partire dal 22 settembre

Recentemente è stato pubblicato il modello per la richiesta del credito d’imposta per la pubblicità (norma a regime), che ha chiarito alcuni aspetti applicativi introdotti dal DPCM 31/07/2018.

Valuta questo articolo

Bonus Pubblicità: SCARICA IL PDF con il modello da presentare a partire dal 22 settembre Totale 5.00 / 5 1 Voti

Recentemente è stato pubblicato il modello per la richiesta del credito d’imposta per la pubblicità (norma a regime), che ha chiarito alcuni aspetti applicativi introdotti dal DPCM 31/07/2018. Adempimenti: il contribuente che intende fruire del credito d’imposta è tenuto alle seguenti comunicazioni:

  • a regime: alla “prenotazione” (da inviare entro il mese di marzo dell’anno in corso), seguita da una consuntivazione in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio (entro gennaio dell’anno successivo)

  • per il 2018: la prenotazione va inviata dal 22/09 al 22/10/2018 (per il 2017 va inviata, nei medesimi termini, la sola dichiarazione sostitutiva, per dichiarare gli investimenti effettuati)

Spettanza del bonus: il credito d’imposta, spettante nella misura del 75% (90% per microimprese, PMI e start up innovative), con rideterminazione in base ai fondi pubblici stanziati:

  • viene calcolato in relazione agli investimenti effettuati su 2 tipologia di media:

  • investimenti dal 2018: riguarda gli investimenti sia sulla stampa (anche online) che sulle emittenti radio/televisive locali

  • investimenti 2017: riguarda i soli investimenti effettuati dal 24/06/2017 al 31/12/2017 (confrontati con il medesimo periodo del 2016) in relazione ai soli investimenti pubblicitari sulla stampa (anche online)

  • spetta solo se si è determinato un incremento di almeno l’1% rispetto agli investimenti complessivi nelle due tipologie di media nell’anno precedente.

La comunicazione e la dichiarazione sostitutiva sono presentate, esclusivamente in via telematica, al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri utilizzando i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate, con le seguenti modalità:

  • direttamente, da parte dei soggetti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle entrate;

  • tramite una società del gruppo, se il richiedente fa parte di un gruppo societario.

Si considerano appartenenti al gruppo l’ente o la società controllante e le società controllate. Si considerano controllate le società per azioni, in accomandita per azioni e a responsabilità limitata le cui azioni o quote sono possedute dall’ente o società controllante, o tramite altra società controllata, per una percentuale superiore al 50% del capitale (articolo 3, comma 2-bis, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322);

  • tramite gli intermediari abilitati indicati nell’articolo 3, comma 3, del D.P.R. n. 322 del 1998 (professionisti, associazioni di categoria, Caf, altri soggetti).

La presentazione è effettuata mediante i servizi resi disponibili nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle entrate, a cui si può accedere mediante l’identità SPID oppure mediante le credenziali Entratel o Fisconline, rilasciate dall’Agenzia delle entrate, oppure mediante la Carta Nazionale dei Servizi. La comunicazione/dichiarazione sostitutiva si considera presentata nel giorno in cui i servizi telematici ricevono i dati. La prova della presentazione è data dall’attestazione rilasciata dai servizi telematici.

In caso di presentazione telematica tramite i soggetti incaricati sopra indicati (intermediari abilitati e società del gruppo), questi ultimi devono consegnare al contribuente, all’atto della ricezione della comunicazione/dichiarazione sostitutiva, l’impegno a presentarla in via telematica. La data dell’impegno, la sottoscrizione del soggetto incaricato e l’indicazione del suo codice fiscale vanno riportatinello specifico riquadro “Impegno alla presentazione telematica”.

Il soggetto incaricato è tenuto, altresì, a conservare l’originale della comunicazione/dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal richiedente, unitamente alla copia del documento d’identità dello stesso. Il soggetto incaricato è tenuto a consegnare al richiedente una copia della comunicazione/dichiarazione sostitutiva presentata e dell’attestazione che costituisce prova dell’avvenuta presentazione.

Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.