L’accessibilità ha il suo documento normativo: abbattimento barriere architettoniche, la prassi

La prassi dell’Ente Italiano di Normazione (UNI/PdR 24/2016) su abbattimento barriere architettoniche, nata dalla fattiva collaborazione tra FIABA Onlus e il CNGeGL

Valuta questo articolo

L’accessibilità ha il suo documento normativo: abbattimento barriere architettoniche, la prassi Totale 5.00 / 5 3 Voti

La prassi dell’Ente Italiano di Normazione (UNI/PdR 24/2016) su abbattimento barriere architettoniche, nata dalla fattiva collaborazione tra FIABA Onlus e il CNGeGL, raggiunge lo step finale e viene pubblicata divenendo il documento normativo di riferimento.

La pubblicazione della prassi di riferimento per un progressivo abbattimento delle barriere architettoniche (UNI/PdR 24/2016) consente il compimento di un significativo passo in avanti verso la diffusione di una cultura dell’accessibilità. E’ il primo documento normativo sul tema: fornisce una serie di principi guida e indicazioni tecniche sull’accessibilità, oltre a essere il primo strumento di lavoro utile per trattare la materia in un’ottica di inclusione globale.

Un risultato si pone in una cornice ideale, in considerazione dell’imminente ricorrenza del 3 dicembre, data della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (istituita per la prima volta nel 1981), che quest’anno coincide con il decimo anniversario dall’adozione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle Persone con Disabilità.

Il raggiungimento di questo obiettivo ha due protagonisti, FIABA Onlus e il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, che nel corso degli ultimi 5 anni hanno avviato le iniziative necessarie per uno scopo sociale, che può finalmente essere annoverato fra le best practise della categoria dei Geometri Italiani. Fra le attività, l’ideazione e la promozione del concorso nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”, giunto alla sua V edizione.

La prassi di riferimento fornisce le linee guida e le relative indicazioni tecniche per la ri – progettazione del costruito basandosi su un approccio metodologico di universal design: il concetto di accessibilità deve fondarsi su un’analisi del contesto e delle scelte progettuali che possono portare ad interventi di abbattimento barriere architettoniche e di superamento delle criticità esistenti. La riprogettazione del costruito deve partire dallo studio spazio architettonico e della percezione di come tale spazio viene vissuto.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.