Visura catastale online: come richiederla e quanto costa

Visura catastale online: sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile richiederla a partire dal 19 luglio 2017. Come fare e quanto costa richiederla?.

Corso Docfa

Valuta questo articolo

Visura catastale online: come richiederla e quanto costa Totale 5.00 / 5 4 Voti

Cos’è una visura catastale

La visura catastale è un documento depositato in Catasto che, a seconda della tipologia – per soggetto, immobile, o di mappa -, può contenere:

  • i dati identificativi terreni e fabbricati e la loro rendita catastale
  • i dati anagrafici di persone, fisiche o giuridiche, proprietarie di immobili
  • mappa catastale del terreno e le planimetrie
  • le monografie dei Punti Fiduciali e dei vertici della rete catastale
  • l’elaborato planimetrico contenente l’elenco dei subalterni e la rappresentazione grafica
  • gli atti di aggiornamento catastale.

Ad eccezione delle planimetrie – visionabili solo dai titolari dell’immobile o dai loro delegati -, tutte le informazioni catastali sono pubbliche e accessibili online da tutti tramite il pagamento dei tributi speciali catastali.

Dal 9 novembre 2015, inoltre, nelle visure delle unità immobiliari urbane che sono iscritte in catasto e di cui è presente la planimetria, è indicata anche la superficie catastale calcolata come previsto dall’allegato C del Dpr 138/98Regolamento per la revisione delle zone censuarie e delle tariffe d’estimo in esecuzione alla Legge 662/96“.

Chi è titolare di un immobile può chiedere la modifica della superficie o l’inserimento qualora non fosse ancora presente.

A cosa serve una visura catastale

La visura catastale è un documento in pdf che torna utile in molti casi:

  • quando si fa una pratica edilizia, comunale o catastale o una certificazione energetica
  • ogni volta che si fa una compravendita o una locazione
  • calcolo delle imposte come Imu e Tari
  • successioni.

Ogni volta che si incarica un tecnico è un suo compito verificare la titolarità del proprietario e la correttezza dei dati riferiti all’immobile prima di trasmettere i dati al Comune o ad altri Enti.

Come accedere alla visura online

Dal 19 luglio 2018 è possibile richiedere la visura online, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, oltre che ad ad atti e documenti, dopo aver pagato i tributi catastali. Per accedere basta registrarsi ai servizi finanziari online di Poste Italiane S.p.A..

Come richiedere la visura catastale online

La visura catastale online si ottiene cliccando sul pulsante “Visura”. Poi si procede con il pagamento dei tributi speciali catastali tramite uno dei metodi accettati: carta di credito, carta Postepay o Postepay Impresa, conto BancoPosta Online o BancoPostaImpresa Online.

Non si possono inviare più di venti richieste in contemporanea e ogni richiesta verrà presa in carico solo dopo il pagamento della precedente.

Quali documenti si possono richiedere dal sito dell’Agenzia delle Entrate

Con le stesse credenziali si può accedere alla propria area personale per richiedere tre tipi diversi di visura:

  • per soggetto che contiene i dati anagrafici di chi possiede un immobile
  • per immobile, documento che contiene le indicazioni che identificano l’immobile – foglio, particella, subalterno – e la rendita catastale, ovvero il valore dell’immobile per il calcolo delle imposte
  • della mappa, ovvero il documento che contiene la mappa catastale dei terreni o l’inquadramento dell’area in cui si trova l’edificio.

Prima di fare l’accesso all’area personale è sempre bene verificare se si è abilitati aI pagamento inserendo il codice fiscale. 

Il costo del servizio di visura catastale online

Come accennato sopra per poter ottenere una visura catastale bisogna pagare i tributi speciali catastali.

Il costo della singola visura catastale telematica cambia a seconda del tipo di visura:

  • per soggetto, il costo è di 1,35 euro per ogni 10 unità immobiliari, o fino a 10
  • attuale o storica,per immobile, il costo è di 1,35 euro
  • della mappa, il costo è sempre di 1,35 euro.

Nel caso di precise disposizioni di legge, i titolari, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento possono essere esentati dal pagamento dei tributi speciali catastali e consultare gratuitamente le visure degli immobili di cui sono titolari.

Come leggere una visura catastale

Quando si richiede una visura catastale è possibile leggere diverse informazioni come indicata nella pagina apposita sul sito dell’Agenzia delle Entrate.. 

Nel caso della visura di un immobile, in particolare, oltre al Comune dove si trova l’immobile, la sezione urbana e quella amministrativa sono indicati anche tre dati identificativi, e sempre obbligatori, ovvero:

  • Foglio: numero che indica la parte di territorio comunale rappresentata nelle mappe catastali
  • Particella: o mappale, o numero di mappa, è il numero che indica la parte di terreno racchiusa nel foglio dove si trova il terreno o l’immobile 
  • Subalterno: il numero che indica, in modo univoco per il Catasto dei Fabbricati, l’immobile presente su una particella. Ogni unita immobiliare, infatti, può essere costituita da una o più unità immobiliari, ad ognuna delle quali è assegnato un subalterno che la distingue dalle altre.. Per il Catasto dei Terreni, invece, è riferito ai fabbricati ex rurali.

Nel Catasto dei Fabbricati vengono indicati anche: indirizzo, zona censuaria, categoria, classe, consistenza, rendita. Nel Catasto Terreni, invece, sono indicati: qualità, classe, ettari, are, centiare, reddito dominicale e reddito agrario.

Professional USB
Sarah Saccullo

Copywriter e blogger, innamorata delle storie delle persone. Racconto in punta di penna le aziende e i professionisti attraverso i testi che scrivo per i loro siti e blog. Entusiasta e sempre curiosa, amo l'architettura, l'arte e la bakery.