Prestito Ipotecario Vitalizio: come ottenere un vitalizio ipotecando un immobile

Il prestito ipotecario vitalizio è un particolare tipo di finanziamento riservato a chi ha più di 60 anni, garantito da ipoteca su un immobile residenziale.

Valuta questo articolo

Prestito Ipotecario Vitalizio: come ottenere un vitalizio ipotecando un immobile Totale 5.00 / 5 3 Voti

Cos’è il prestito vitalizio ipotecario

Il prestito vitalizio ipotecario può essere richiesto da persone che hanno compiuto 60 anni e che possiedono un immobile a uso abitativo. I requisiti e il funzionamento del prestito sono regolati dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 22 dicembre 2015, n. 226.

Se chi richiede il prestito è coniugato o convive more uxorio – con persona che ha compiuto 60 anni – da almeno 5 anni nell’immobile allora il contratto di finanziamento dovrà essere firmato da entrambi anche la proprietà è soltanto di uno di loro.

Nonostante si abbiano i requisiti bisognerà trovare una banca che finanzia il prestito

Chi ha avuto il finanziamento non deve rimborsare nulla fino alla sua morte a meno che non si verifichi una delle condizioni citate sopra.

Saranno gli eredi che, alla sua morte, rimborseranno il capitale e gli interessi maturati con la capitalizzazione annuale in un’unica soluzione. 

A meno che la persona che ha ricevuto il finanziamento non si accordi con la banca in modo che gli eredi rimborsino soltanto il capitale. In questo caso il finanziatore potrà chiedere la risoluzione del contratto solo se per 7 volte – anche non consecutive – la persona finanziata non paga le rate.

Come si calcola il prestito vitalizio ipotecario?

La banca incarica un suo perito di stimare il valore dell’immobile che si vuole dare come garanzia del prestito. In seguito, in base al valore commerciale stimato e all’età di chi richiede il prestito, offre una somma che corrisponde a una percentuale che varia dal 15% al 50% circa.

Chi possiede l’immobile e chiede il prestito può spendere la somma ricevuta come preferisce. Con la firma del contratto stipulato con la banca per avere il prestito il proprietario si impegna a:

  • mettere un’ipoteca sull’immobile
  • concedere la vendita dell’immobile nel caso in cui alla sua morte non ci siano eredi o questi non siano in grado di rimborsare la somma.

Come funziona il prestito vitalizio ipotecario?

Il prestito vitalizio ipotecario  ha la particolarità che il capitale finanziato viene rimborsato in un’unica soluzione, anziché con la rateazione. Perché questo avvenga devono verificarsi alcune condizioni:

  • la morte di chi ha ricevuto il finanziamento o del più anziano tra le persone finanziate, durante la vendita, o il trasferimento del titolo, della proprietà o di un diritto reale sull’immobile ipotecato con dolo o colpa grave
  • vengono fatte modifiche materiali all’immobile rispetto al suo stato originale, come documentato durante la perizia e dalla documentazione catastale, senza accordo con il finanziatore, che comportano la revoca dell’abitabilità dell’immobile;
  • se, dopo la stipula del finanziamento, prendono la residenza nell’immobile, altri soggetti – ad eccezione dei familiari – di chi ha avuto il finanziamento
  • sull’immobile – oggetto di garanzia del prestito – vengono effettuati lavori conservativi o esecutivi di importo pari o superiore al venti per cento del valore dell’immobile o delle ipoteche giudiziali. 

Il trattamento degli eredi

Ci sono diverse tutele per gli eredi che non siano in  grado di rimborsare la somma entro 12 mesi dalla morte:

  • la banca vende l’immobile al prezzo stabilito da un perito indipendente. Se dopo 12 mesi non è stato ancora trovato un acquirente il prezzo diminuisce del 15% e così via finché l’immobile non viene venduto
  • gli eredi vendono l’immobile entro un termine di 12 mesi senza preoccuparsi di non coprire tutta la somma da rimborsare. Se ricavano una cifra maggiore potranno godere della somma in eccesso.

Chi acquista l’immobile non paga imposte sul contratto di finanziamento ad eccezione dell’imposta sostitutiva dello 0,25 % sull’importo finanziato.

Prestito vitalizio ipotecario: le banche aderenti

Ecco alcune banche presso cui si può fare richiesta del prestito vitalizio ipotecario:

  • Monte dei Paschi di Siena: Prestisenior permette di scegliere tra diverse modalità diverse: ricevere l’importo in soluzione unica o in versamenti periodici, senza rate o con pagamento periodico dei soli interessi. Dà la possibilità di estinguere il finanziamento in qualsiasi momento, senza alcuna penale.
  • Banca popolare di Sondrio: si può scegliere tra Prestito ipotecario vitalizio con capitalizzazione annuale o con pagamento annuale di interessi e spese.
Professional USB
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.