L’adozione del Regolamento Edilizio Tipo (RET): tutti i dettagli dell’accordo raggiunto

L'adozione del Regolamento Edilizio Tipo (RET), prevista dall’Intesa raggiunta il 20/10/2016, tra Stato Regioni e ANCI, (G.U. n. 268 del 16/11/16) rappresenta un tassello del mosaico delle azioni di semplificazioni e unificazione in materie edilizie, promosse dal Governo.

Valuta questo articolo

L’adozione del Regolamento Edilizio Tipo (RET): tutti i dettagli dell’accordo raggiunto Totale 5.00 / 5 2 Voti

L’adozione del Regolamento Edilizio Tipo (RET), prevista dall’Intesa raggiunta il 20/10/2016, tra Stato Regioni e ANCI, (G.U. n. 268 del 16/11/16) rappresenta un tassello del mosaico delle azioni di semplificazioni e unificazione in materie edilizie, promosse dal Governo.

Il lavoro svolto per il raggiungimento dell’Intesa, tra i diversi livelli istituzionali con la condivisione e l’attiva partecipazione degli Ordini professionali, dell’ Ance e di vari altri settori di Confindustria, ha portato alla costruzione di tre documenti:

  • lo schema del Regolamento edilizio tipo, che prevede un indice suddiviso in due parti, una prima contenente i principi generali su cui è basata la seconda parte, nella quale, ciascun Comune sviluppa le disposizioni regolamentari comunali in materia edilizia secondo le peculiarità del proprio territorio;

  • l’insieme di 42 definizioni edilizie-urbanistiche uniformi, valevoli su tutto il territorio nazionale che rappresentano il vocabolario comune;

  • la raccolta della normativa sovraordinata in materia edilizia che è di riferimento per i regolamenti e non deve essere riportata nel loro interno.

L’insieme dei tre documenti risponde all’intenzione del legislatore nazionale, espressa con la modifica all’art 4 del DPR 380 2001, che mira a semplificare e uniformare la norma e gli adempimenti, a garantire parità di trattamento a tutti – cittadini e operatori del settore – sull’intero territorio nazionale, a incrementare la qualità in edilizia aggiornando i contenuti dei regolamenti degli 8000 Comuni italiani soprattutto in materia di sicurezza e di risparmio energetico.

L’Intesa, tra l’altro, prevede all’art. 3 una attività di monitoraggio sull’attuazione del regolamento edilizio da parte del Governo, delle Regioni ordinarie e dei Comuni, e che la raccolta della normativa sovraordinata statale in materia edilizia, sia pubblicata sul sito del MIT e della PCM e che sia aggiornata da parte delle Amministrazioni centrali per la parte di propria competenza.

Professional USB
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.