Gas Radon in Italia: dove si trova e Mappa della concentrazione

Corso Esperto in Interventi di Risanamento Gas Radon

Valuta questo articolo

Gas Radon in Italia: dove si trova e Mappa della concentrazione Totale 5.00 / 5 4 Voti

Il radon è un gas nobile radioattivo che si trova nel suolo e si diffonde con estrema facilità, mescolandosi ad altri gas. Vista la sua pericolosità, il gas radon è considerato tra i 75 gas cancerogeni per l’uomo secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Secondo gli studio condotti dall’OMS E (Centro Europeo Ambiente e Salute), ogni anno in Europa muoiono circa 3 persone ogni 100.000 abitanti a causa di tumori polmonari causati dal gas Radon in Italia.

È possibile difendersi dal radon grazie all’uso di alcune misure che permettono di ridurre la concentrazione di gas negli edifici già esistenti e di verificare la quantità presente nel suolo in caso di nuove costruzioni. Per farlo è necessario rivolgersi a esperti di settore che sanno come intervenire quando è presente gas radon nell’aria. Secondo la normativa sul gas radon di riferimento esistono infatti delle procedure da seguire ben precise che permettono di gestire nel modo corretto la presenza del radon.

Diffusione del radon in Italia

Il radon è presente anche in Italia con concentrazioni differenti in base alla zona. Esistono delle vere e proprie mappe dell’inquinamento da radon indoor rivolta alle varie regioni e alle province autonome.

Secondo i risultati della mappatura italiana, la concentrazione nazionale media di gas radon è pari a 70 [Bq/m3]. Rispetto alla media mondiale, questo valore è decisamente molto alto che invece risulta intorno ai 40 [Bq/m3] e a quella europea di circa 59 [Bq/m3].

I risultati della prima indagine nazionale offre una fotografia molto diversificata nel territorio con concentrazioni medie regionali che variano da poche decine di [Bq/m3] fino ad oltre 100 [Bq/m3]. Inoltre, sono presenti singole abitazioni che arrivano fino a migliaia di [Bq/m3].
Queste differenze sono dovute anche alle caratteristiche del territorio ma anche alla diversa qualità degli edifici e alle abitudini degli abitanti.

Ecco una tabella riepilogativa che mostra la situazione nelle diverse regioni italiane.

Negli anni successivi all’indagine nazionale del 1990, alcune regioni hanno condotto ulteriori analisi per individuare le aree con elevata probabilità di alte concentrazioni di attività di radon come previsto dal D.Lgs. 230/95 e s.m.i. e per agevolare la realizzazione di mappe radon delle regioni.

Questo ha permesso di ampliare i dati a disposizione. Tali indagini hanno notevolmente ampliato la produzione di dati. Questo ha permesso di comprendere al meglio la distribuzione spaziale dei livelli di radon all’interno del territorio regionale e di rappresentarla attraverso delle mappe. La mancanza di linee guida ha generato una situazione molto eterogenea rispetto alle metodologie di esecuzione delle indagini ma anche nella rappresentazione cartografica dei risultati.

Dai risultati ottenuti dalle analisi condotte dalle singole regioni vediamo che i valori sono decisamente più alti e che evidentemente regioni ad alto rischio non hanno ancora portato a termine le procedure previste per la bonifica degli edifici ad alta concentrazione. Le differenze sono dovute anche alla mancanza di linee guida uniformi e dalla possibilità, di ciascuna regione, di condurre le indagini a propria discrezione.

La materia è ancora in divenire ed esistono ancora molti passi avanti da fare. Sei interessato all’argomento e vorresti saperne di più? Segui il nostro Corso per diventare esperto risanamento gas Radon.

Professional USB

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">