Inps e Inail vincono il bando europeo per lo scambio digitale delle informazioni tra gli stati Ue

Inps e Inail vincono il bando europeo per lo scambio digitale delle informazioni tra gli stati Ue

Valuta questo articolo

Inps e Inail vincono il bando europeo per lo scambio digitale delle informazioni tra gli stati Ue Totale 5.00 / 5 1 Voti

L’evoluzione del sistema informativo della pubblica amministrazione farà un altro passo avanti verso l’Europa: grazie alla condivisione digitale delle informazioni i cittadini italiani potranno ottenere aggiornamenti su pensioni, pagamenti, contributi per il sostegno al reddito e prestazioni relative a infortuni sul lavoro e a malattie professionali senza attendere l’arrivo di documenti cartacei dall’Italia. È questa la sfida che Inps e Inail hanno raccolto aggiudicandosi, con il loro progetto, la competizione “Connecting Europe Facility (Cef) Telecom call for 2017” bandita a maggio dello scorso anno. Una vittoria che è valsa ad ottenere il massimo finanziamento previsto per ciascun paese membro.

Inps e Inail uniti in consorzio realizzeranno l’infrastruttura che permetterà alle istituzioni italiane ed europee che si occupano di welfare di condividere i dati riducendo costi e disagi per i cittadini

Una rete di 20mila enti di social security in 32 paesi. I due istituti costruiranno l’infrastruttura digitale che sarà messa a disposizione delle circa 20mila istituzioni impegnate sui temi legati al welfare appartenenti ai 32 paesi presenti sulla piattaforma informatica Eessi (Electronic Exchange of Social Security Information). Più nel dettaglio, il progetto premiato andrà ad implementare il componente “National Gateway” per ottenere un prodotto finale utilizzabile all’interno di un dominio di competenza europea o nazionale o anche a livello della singola istituzione. L’introduzione di questa interfaccia software tra i sistemi informatici nazionali e i componenti di accesso al sistema europeo Eessi, permetterà di minimizzare tempi e costi legati all’adeguamento dei sistemi informatici di ciascun paese con risultati certi e immediati.

I tempi e i vantaggi per i cittadini. L’aggiornamento dei sistemi informatici nazionali dovrà avvenire entro luglio 2019, come stabilito dall’art. 95 del Regolamento europeo n. 987/2009.

A partire dal prossimo anno, quindi, tutti i cittadini italiani che si trovino per qualsiasi motivo in un paese dell’Unione potranno ottenere informazioni veloci e precise su pagamenti, pensioni, contributi di sostegno al reddito e prestazioni relative a infortuni sul lavoro e a malattie professionali. Lo scambio di questo tipo di informazioni, ad oggi ancora affidato ai documenti cartacei, diventerà una semplice operazione telematica.

Corsi Academy
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.