Esame di stato architettura 2020: le modalità ai tempi del coronavirus

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Quali date per l’esame di stato di architettura 2020?

Con la nota n° 38 al Decreto Ministeriale del 24 aprile 2020 il Miur ha stabilito lo slittamento delle date degli esami di stato:

  • dal 16 giugno al 16 luglio 2020 per la sezione A
  • dal 22 giugno al 24 luglio 2020 per la sezione B.

Di conseguenza è stato spostato anche la scadenza, per richiedere di partecipare, dal 22 maggio al 22 giugno 2020.

Quali saranno le sedi?

Ecco le sedi in cui si terranno gli esami di stato per chi vuole abilitarsi alla professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista, Conservatore, Architetto Junior e Pianificatore Junior:

  • Politecnico di Bari
  • Università della Basilicata a Matera
  • Cagliari
  • Camerino
  • Catania
  • Cesena per l’Università di Bologna
  • Ferrara
  • Firenze
  • Genova
  • Politecnico di Milano
  • Napoli: Università Federico II e Università della Campania-L.Vanvitelli
  • Palermo
  • Parma
  • Perugia
  • Univ. ‘G. D’Annunzio a Pescara 
  • Università La Sapienza a Roma Sapienza ♦ 
  • Reggio Calabria
  • Salerno
  • Sassari
  • Politecnico di Torino
  •  Trieste
  • Istituto di Architettura – IUAV – a Venezia

Con quali modalità si svolgeranno le prove?

Come stabilito dalla nota n° 57 del 29 aprile 2020 l’esame di Stato di abilitazione all’esercizio

delle professione di architetto del 2020 sarà svolto a distanza e sarà costituito da un’unica prova orale anziché quattro prove – una pratica, due scritte e una orale – come avveniva di consueto.

Il Miur raccomanda che ogni Ateneo faccia in modo che la svolga permetta di accertare che ogni candidato abbia competenze e abilità necessarie per svolgere la professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista, Conservatore, Architetto Junior e Pianificatore Junior.

Come presentare la domanda?

Bisogna presentare un’unica domanda indirizzata alla sede scelta – dal sito web dell’università – per sostenere l’esame entro la scadenza fissata per il 22 giugno 2020. Ogni università riporta sul proprio sito la procedura da seguire, compreso il pagamento di un contributo di ammissione, per potersi iscrivere a distanza all’esame di stato.

L’iscrizione all’Ordine professionale

Ogni candidato che supererà l’esame di stato sarà abilitato a esercitare la professione e potrà iscriversi al proprio Ordine. In seguito all’iscrizione continuerà a tenere aggiornate le proprie competenze con la frequentazione di corsi di aggiornamento – come per esempio un corso di bioarchitettura – che gli permetteranno di accumulare, ogni anno, CFP per architetti – crediti formativi professionali – necessari per continuare a esercitare la professione.

Promozione Fastwebi
Sarah Saccullo

Copywriter e blogger, innamorata delle storie delle persone. Racconto in punta di penna le aziende e i professionisti attraverso i testi che scrivo per i loro siti e blog. Entusiasta e sempre curiosa, amo l'architettura, l'arte e la bakery.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*