Alumna dell’Anno: Arianna Minoretti premiata dal Polimi per il progetto di un autostrada che cambierà il volto della Norvegia!

Attraversare la Norvegia, oggi, richiede un tempo di percorrenza di 21 ore. Il Governo Norvegese si è posto l'obiettivo di ridurre la tratta a 11 ore e, per farlo, si è rivolto a un'italiana: l'alumna Arianna Minoretti, ingegnere civile laureata nel 2004, a capo del progetto che cambierà una nazione.

Corsi Crediti Ingegneri

Valuta questo articolo

Alumna dell’Anno: Arianna Minoretti premiata dal Polimi per il progetto di un autostrada che cambierà il volto della Norvegia! Totale 5.00 / 5 3 Voti

Arianna Minoretti, ingegnere italiano, premiata dal Polimi per il progetto di un autostrada che cambierà il volto della Norvegia. Di lei la stampa italiana e internazionale parla ormai da diversi mesi. Il Politecnico di Milano le ha conferito l’AlumniPolimi Awards, il titolo di “Alumna dell’anno”, lo scorso ottobre, nell’ambito della 6° edizione della Convention AlumniPolimi, a cui hanno partecipato oltre 1000 ex studenti dell’Ateneo e che è stata seguita in streaming da quasi 12 mila utenti.

Durante la cerimonia di premiazione Arianna Minoretti racconta come nasce questo progetto rivoluzionario. Le nuove infrastrutture sarebbero immerse nel paesaggio: ponti galleggianti e gallerie sottomarine che coniugano innovazioni e tecniche antiche come il ponte di Archimede, oggi realizzabile grazie alle ultime tecnologie.

“Sono in Norvegia dal 2014.- afferma la Minoretti sulle pagine del sito web del Polimi – Lo Stato Norvegese cercava una persona che fosse interessata a lavorare su questo grande progetto della E39, doveva essere una figura con esperienza nella progettazione di ponti in calcestruzzo e ho inviato la mia candidatura. Mi ha chiamata il mio attuale capo per chiedermi se potessi fare il colloquio da lì a una settimana e, guarda caso, io avevo già prenotato un volo per essere lì in quei giorni. Il colloquio è durato due ore e alla fine mi ha detto: «Guarda, io oggi fermo i colloqui perché credo che tu sia la persona che stiamo cercando. Ti manderemo una proposta economica e, se sei d’accordo, ti puoi trasferire e iniziare a gennaio». Sul momento ho pensato che fosse pazzo. Non parlavo Norvegese, i colleghi erano tutti norvegesi e mi stava prendendo a scatola chiusa. Oggi penso che, come si dice, ci abbia visto lungo. Sicuramente ha visto una persona con esperienza, che era ciò che cercava, ma anche una persona con un entusiasmo e una internazionalizzazione che ha permesso, in questi anni, di pubblicare molto del nostro lavoro non solo in conferenze del settore ma anche su riviste come Wired e Forbes. In questi anni in Norvegia, e in generale all’estero, mi è capitato di conoscere altri italiani laureati al Politecnico di Milano. Posso dire che è sempre una garanzia di preparazione e per questo siamo riconosciuti in tutto il mondo”.

Ad Arianna e a tutte le professioniste, alle mamme, mogli, fidanzate, amiche e colleghe i più sinceri auguri per una felice festa della donna da parte della redazione di Unione Professionisti.

Tutto il bello dell'estate
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.