Gestione del rischio corruzione e sistemi utilizzati

Corso Anticorruzione

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Cosa si intende per gestione del rischio di corruzione?

Quando si parla di gestione del rischio di corruzione si fa riferimento alle attività necessarie per tenere sotto controllo l’amministrazione, con un forte riferimento al rischio. Si tratta di uno strumento importante quindi per ridurre la probabilità che questo si verifichi. Per poterlo gestire occorre avere una mappatura dei processi che vengono applicati dall’amministrazione e una valutazione del rischio su ogni singolo processo.

La mappatura prevede una programmazione triennale che consente di avere una visione chiara delle aree di rischio in relazione ai singoli processi, indicando anche i principali fattori di rischio e i soggetti responsabili.

La valutazione consente inoltre di identificare, analizzare e ponderare il rischio potenziale o reale.

Quali sono le fasi del processo di gestione del rischio corruzione?

Per gestire il rischio è necessario seguire alcune fasi che consentono di prevenire, neutralizzare o ridurre il rischio. In genere, la prevenzione è composta da misure preventive suddivise in: obbligatorie, quindi previste dalla legge o da altre fonti normative; ulteriori, non strettamente connesse a disposizioni legislative ma inserite nel piano di prevenzione della corruzione.

Nello specifico, le fasi che costituiscono il processo di gestione del rischio sono:

  1. analisi del contesto: interno ed esterno all’organizzazione;
  2. valutazione del rischio: identificazione, analisi e ponderazione;
  3. trattamento del rischio: identificazione e programmazione delle misure.

Sistemi di gestione anticorruzione utilizzati

L’uso dei sistemi di gestione anticorruzione hanno lo scopo di contrastare il fenomeno della corruzione, capace di creare gravi danni all’economia e alla competitività, causando l’aumento dei costi degli interventi, alterando la concorrenza e incidendo sulla qualità dei prodotti e dei servizi.

La ISO 37001 è il punto di riferimento per le organizzazione, composta da linee guida e requisiti che consentono di stabilire, implementare e migliorare il sistema di gestione anticorruzione utilizzato.

Ogni verifica e controllo, eseguiti dal team di auditor, composto anche da esperti in materia giuridica/finanziaria, si basano su documenti di orientamento e supporto che consentono una corretta comunicazione del contenuto della certificazione e delle informazioni sul certificato e sulla customer policy di DNV. Al suo interno devono essere presenti determinati requisiti in relazione a:

  • corsi di formazione anticorruzione;
  • leadership, impegno e responsabilità del risk management;
  • linee di condotta anticorruzione;
  • reportistica, analisi, monitoraggio, indagini e revisioni;
  • supervisione della conformità ai requisiti;
  • controlli in ambito finanziario, contrattuale, commerciale e sui processi di approvvigionamento;
  • valutazione dei rischi dei progetti;
  • azioni correttive per il miglioramento continuo.

Figure professionali incaricate

Tra le figure che vediamo comparire quando si parla di gestione del rischio corruttivo troviamo il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), una figura determinata dalla normativa che disciplina la materia. Il ruolo principale è quello di coordinare il processo di gestione del rischio della corruzione, con particolare focus per la fase di predisposizione del PTPCT e del monitoraggio del processo.

Esistono poi altre figure coinvolte nel processo:

  • l’organo di indirizzo;
  • i dirigenti;
  • i dipendenti;
  • le strutture con dati, come ad esempio l’ufficio legale;
  • le strutture di audit interno.

Sei alla ricerca di un corso anticorruzione per imparare ad analizzare il rischio alla corruzione ed eseguire un corretto auditing anticorruzione? Lo puoi trovare su Unione Professionisti!

Professional USB

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">