Allegazione del certificato di destinazione urbanistica: pubblicato un nuovo studio del Notariato

L’allegazione del certificato di destinazione urbanistica al decreto di trasferimento di cui all’art. 591 bis c.p.c. - Studio n. 517-2017/C

Corso Docfa

Valuta questo articolo

Allegazione del certificato di destinazione urbanistica: pubblicato un nuovo studio del Notariato Totale 5.00 / 5 3 Voti

Il Notariato ha recentemente pubblicato uno studio particolarmente interessante sul tema dell’allegazione del certificato di destinazione urbanistica. Un tema che interessa professionisti legati a discorsi probabilmente più prettamente legali, ma che negli ultimi anni ha attirato l’attenzione anche di tutti coloro che lavorano nel settore delle vendite immobiliari. Gli esperti in compravendite immobiliari e in due diligence sono tra le categorie professionali più aggiornate e attente, ma andiamo con calma e cerchiamo di analizzare lo studio del Notariato.

La prima cosa che salta subito all’occhio è l’ambito di applicazione. ” Nella vendita forzata immobiliare – si legge nello studio del Notariato –  in esecuzione individuale, la disciplina dell’acquisizione e allegazione del CDU si ricava dal combinato disposto e dall’evoluzione degli artt. 567 e 591 bis c.p.c., 173 bis e 173 quater disp. att. c.p.c..”

Per quanto riguarda invece il Testo Unico Edilizia, e più specificamente l’art 30, non è obbligatorio applicarlo “se non nella minima parte in cui lo stesso è richiamato dalle norme processuali”. Il vulnus di tale decisione è rintracciabile nella volontà del legislatore di impostare una volta per tutte un meccanismo che possa mettere in condizione, sia l’ufficio sia i potenziali acquirenti, di conoscere la situazione e la destinazione urbanistica dei terreni e dei fabbricati al centro della trattativa. Quello che vuole evitare è procedere con la vendita di beni non commerciabili, magari frutto di una precedente lottizzazione abusiva, o di beni descritti con una destinazione e funzione diversa da quella effettiva in funzione.

Quali sono le caratteristiche del documento al centro dell’allegazione del certificato di destinazione urbanistica?

L’allegazione deve contenere tra i suoi elementi fondamentali la destinazione urbanistica indicata precedentemente nel testo dell’ avviso di vendita. Acquisizione e allegazione che rispondono anche all’esigenza di dare comunicazione al Comune della alienazione in corso.

Quali soggetti possono richiedere il certificato di destinazione urbanistica? 

Il certificato che attesti la destinazione urbanistica di un immobile è un documento previsto dall’art. 30 del  “Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”. Nella pratica certifica i parametri urbanistici, gli indici e i vincoli propri di un terreno al centro di una trattativa. Il documento può essere richiesto dal proprietario, da un soggetto acquirente, dai tecnici incaricati delle vendita (notai e periti vari), dagli eredi dell’immobile e da qualunque altra persona interessata.

Professional USB
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.