Nuova Scia Unificata: il Governo approva il Decreto Legge Semplificazione…basta alle “collezioni” di timbri e documenti

Il Consiglio dei Ministri, il 15 Giugno 2016 ha approvato il Decreto sulla semplificazione della nuova Scia unificata, attuativo della Riforma della Pubblica Amministrazione

Corsi Crediti Geometri

Valuta questo articolo

Nuova Scia Unificata: il Governo approva il Decreto Legge Semplificazione…basta alle “collezioni” di timbri e documenti Totale 5.00 / 5 4 Voti

Il Consiglio dei Ministri, il 15 Giugno 2016 ha approvato in maniera ufficiale  il Decreto sulla semplificazione della nuova Scia unificata, un atto normativo che attua la Riforma della Pubblica Amministrazione, caposaldo della politica riformatrice, nel bene e nel male, del Governo Renzi. Il Decreto prevede infatti una nuova procedura per quanto riguarda la Scia, con moduli unici uguali in tutta Italia , da presentare on-line alle Amministrazioni.

I modelli della nuova scia unificata saranno di grande aiuto e agevolazione  per tutti i professionisti, che potranno cosi scavalcare ogni problematica burocratica e che potranno operare in maniera snella e agile, almeno cosi affermano gli studi condotti dagli esperti del Ministero.

Il Decreto che istituisce la Nuova SCIA unificata specifica inoltre come , fino alla fine del corrente anno sarà attivo un periodo transitorio in cui la PA sarà costretta ad adeguarsi alla nuova SCIA Un periodo transitorio che accompagnerà il settore fino al primo gennaio 2017, data nella quale sarà ufficiale lo start della nuova procedura. Successivamente gli uffici pubblici non potranno fare richieste aggiuntive rispetto ai documenti indicati nella Scia o già in possesso di altre Amministrazioni.

Dal primo Gennaio 2017 tutti gli interessati dovranno presentare un’unica Scia allo sportello unico dell’amministrazione interessata. Quest’ultima opererà la trasmissione di richiesta ad altre pubbliche amministrazioni solo nel caso di ci siano da fare altre verifiche.

Lo stesso decreto che da il via alla rivoluzione digitale della nuova scia unificata specifica inoltre, che la modulistica sarà pubblicata sul sito delle Amministrazioni e dovrà contenere il domicilio digitale ovvero i recapiti per le comunicazioni con la PA. Nei siti telematici saranno inoltre indicati:

  • quando è possibile autocertificare “stati e qualità personali”;

  • le asseverazioni dei tecnici che operano;

  • la dichiarazione del modulo di conformità da allegare alla nuova Scia unificata.

Nei casi di inadempienza da parte delle amministrazioni locali sarà obbligo l’intervento immediato di Regioni e Stato Centrale. Successivamente alla presentazione della Scia, che sarà inviata via telematica, sarà compito del Comune che rilascerà una ricevuta nella quale si stabilirà il cronoprogramma  di risposta e/o i tempi e i termini del silenzio assenso.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.