I geometri, la valutazione degli immobili e la formazione professionale necessaria a svolgere al meglio gli incarichi

Dopo le ultime circolari di Banca d'Italia, si riapre il dibattito in Italia sulla valutazione degli immobili: un'attività dalle rilevanti ricadute economiche e sociali

Corso Valutazione Immobiliare

Valuta questo articolo

I geometri, la valutazione degli immobili e la formazione professionale necessaria a svolgere al meglio gli incarichi Totale 5.00 / 5 7 Voti

Dopo le ultime circolari di Banca d’Italia, si riapre il dibattito in Italia sulla valutazione degli immobili: un’attività dalle rilevanti ricadute economiche e sociali, che vede i geometri italiani in prima fila. Il tema sarà al centro di un convegno che si terrà domani, venerdi 25 novembre, a Rovigo.

Un seminario da frequentare per essere aggiornati sulle tante novità che si registrano sul fronte della valutazione degli immobili sia in campo nazionale, sia in ambito internazionale. Mezza giornata di studio e di approfondimento per rimanere al passo con regole in continuo e profondo cambiamento.

L’appuntamento, che avrà inizio alle ore 14.30, presso la sede cittadina della Camera di Commercio, in piazza Giuseppe Garibaldi, e sarà moderato dal giornalista de Il Sole 24 Ore Cristiano Dell’Oste, è stato promosso dal Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Rovigo e dall’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti contabili del capoluogo di provincia veneto, che saranno rappresentati dai rispettivi presidenti Guido Turchetti e Michele Ghirardini. Fra i relatori, il Vice Presidente CNGeGL Antonio Benvenuti.

Nel corso del seminario si farà il punto della situazione sulla circolare n. 285 (“Disposizioni di vigilanza per le banche”) e sulla circolare numero 288 (“Disposizioni di vigilanza per gli intermediari finanziari”) che la Banca d’Italia ha aggiornato a settembre per recepire la nuova direttiva comunitaria in materia di valutazione degli immobili.

Provvedimenti che definiscono, innanzitutto, l’obiettivo da raggiungere e, cioè, la corretta determinazione del valore di mercato degli immobili. Grande spazio anche alla figura dei periti valutatori immobiliari chiamati, questi ultimi, ad assumersi responsabilità crescenti: diversamente dal passato, infatti, la relazione tecnica è diventata un elemento fondamentale e non più accessorio del processo di valutazione immobiliare, da redigere in conformità a specifiche metodologie estimative.

Il tutto con una certezza fondamentale: che la valutazione degli immobili costituisce un’attività complessa, con ricadute economiche e sociali di grande rilevanza. Svolgerla correttamente significa infondere fiducia nei consumatori e puntellare la stabilità del settore finanziario, sempre più integrato con quello immobiliare.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.