Start-up innovative: investimento tramite fiduciaria

L'investimento nelle start-up innovative è agevolato fiscalmente anche se avviene tramite fiduciaria

Valuta questo articolo

Start-up innovative: investimento tramite fiduciaria Totale 5.00 / 5 2 Voti

Il diritto alle agevolazioni fiscali previste per chi investe nelle start-up innovative è valido anche se c’è il tramite di una fiduciaria.

Univo vincolo la sussistenza o meno di tutti i requisiti previsti dalla legge per le start-up innovative.

A sottolinearlo è stata l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 9/E del 22 gennaio, rispondendo a specifico interpello. Non è di ostacolo neppure il fatto che l’iscrizione dell’impresa nel Registro delle start-up innovative sia avvenuta in data successiva a quella dell’iscrizione nella sezione ordinaria.

La normativa di riferimento, sottolinea l’Agenzia delle Entrate, è rappresentata dall’articolo 25 del decreto legge 179 del 2012. Il decreto definisce tutti i requisiti che una società deve avere per essere definita start-up innovativa.

Vediamoli di seguito:

Innanzitutto si parla solo di «Società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, di diritto italiano ovvero una Societas Europea», le cui «azioni o quote rappresentative del capitale sociale non sono quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione».

-essere costituita e svolge attività d’impresa da non più di 48 mesi;

-avere la sede principale in Italia;

-a partire dal secondo anno di attività, il totale del valore della produzione annua non deve essere superiore a 5 milioni di euro;

-non distribuire e non aver distribuito utili;

-avere come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, compresa la promozione dell’offerta turistica nazionale attraverso l’uso di tecnologie e lo sviluppo di software originali e la  predisposizione di servizi rivolti alle imprese turistiche.

-non essere stata costituita da fusione, scissione societaria o cessione di azienda o di ramo di azienda.

Requisiti fondamentali che tutte le cosiddette start-up innovative devono possedere tassativamente

La start up innovativa deve anche iscriversi nell’apposita sezione predisposta dal Registro delle Imprese. Questa iscrizione, può anche essere non contestuale, e quindi successiva, all’iscrizione del registro ordinario. Non solo: il diritto a fruire dell’agevolazione matura nel periodo di imposta in corso alla data di deposito dell’atto costitutivo della start-up innovativa per l’iscrizione nella sezione ordinaria.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.