Spark: la realtà aumentata proiettata al servizio del design e dell’edilizia. Cosa è la realtà aumenta?

Progetto H2020 del Politecnico di Milano per lo sviluppo e il potenziamento del settore della realtà aumentata in edilizia e architettura

Realta Aumentata

Valuta questo articolo

Spark: la realtà aumentata proiettata al servizio del design e dell’edilizia. Cosa è la realtà aumenta? Totale 5.00 / 5 8 Voti

Il Politecnico di Milano è capofila del progetto SPARK, acronimo di Spatial Augmented Reality as a Key for cocreativity (Realtà Aumentata Proiettata come fattore chiave per la creatività in ambito collaborativo) finanziato dal programma di Ricerca e Innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea inserito all’interno dei fondi UE per il periodo 2014-2020.

Il progetto SPARK, della durata di 36 mesi, si propone di realizzare una piattaforma ICT responsive ed intuitiva che sfrutti il potenziale della realtà aumentata proiettata (Spatial Augmented Reality – SAR) per permettere a designer e progettisti di condividere con clienti ed utenti soluzioni finali in forma di prototipi, durante sessioni di brainstorming creativo. Secondo indiscrezioni sarà infatti possibile e “alla portata di tutti” utilizzare degli occhiali realtà aumentata per migliorare le proprie prestazioni lavorative.

Quali sono le fasi di progettazione e realizzazione che registrare un netto miglioramento grazie allo sviluppo del progetto Realtà Aumentata Proiettata come fattore chiave per la creatività in ambito collaborativo Ma cosa è la realtà aumentata progettata dal PoliMI?

La realtà aumentata proiettata permette di visualizzare oggetti virtuali su un prototipo fisico (anche se come abbiamo già sottolineato la possibilità di utilizzare degli occhiali realtà aumentata non è poi cosi assurda). Oggi viene usata in fase di revisione di progetto, la novità della piattaforma SPARK consiste nel rivoluzionare il processo di design di un prodotto, coinvolgendo tutti gli attori fin dal principio.

In futuro sarà infatti consentito ai designer e ai clienti di modificare e valutare insieme e in tempo reale le soluzioni creative di un concept di prodotto, ottenendo feedback diretti in un ambiente di progettazione collaborativa. In questo modo migliorerà la comunicazione tra progettisti e clienti, si limiteranno le inefficienze legate alla mancanza di sincronismo tra le fasi di ideazione e valutazione, aumenterà l’efficienza di tutto il processo di progettazione creativo.

Che cosa è la realtà aumentata ideata dal progetto SPARK? Quali obiettivi si propone di raggiungere ?

In particolare il progetto SPARK si propone di raggiungere i seguenti obiettivi per lo sviluppo della realtà aumentata nei settori dell’edilizia, dell’architettura e del design attraverso la visualizzazione delle informazioni su supporti quali schermi pc, tablet, smartphone, occhiali realtà aumentata:

  • Riduzione del tempo necessario per lo sviluppo di un nuovo concept di prodotto: -40% rispetto ad oggi;

  • Riduzione del numero di ore lavorative per singolo concept di prodotto: – 25%;

  • Quantità di concept approvati: +70%

  • Riduzione costi e sprechi per la produzione di prototipi

L’efficacia della piattaforma verrà dimostrata attraverso test con gruppi di controllo in contesti pertinenti la progettazione oltre che in situazioni reali, all’interno delle quali saranno coinvolti designer di aziende creative con casi di studio provenienti dalla loro pratica quotidiana.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.