Catasto fabbricati, allo studio dell’Agenzia delle Entrate il nuovo software docfa 5

Il nuovo software, Docfa 5 non sarà l’ennesimo aggiornamento del programma così come tutti lo conosciamo, ma una cosa del tutto diversa: un’evoluzione dell’attuale software.

Corso Docfa

Valuta questo articolo

Catasto fabbricati, allo studio dell’Agenzia delle Entrate il nuovo software docfa 5 Totale 5.00 / 5 4 Voti

A circa un anno dal rilascio dell’ultima versione del software Docfa 4.00.3, che si è resa necessaria per l’aggiornamento della procedura sul tema imbullonati, è già in previsione una nuova versione del software per l’aggiornamento del catasto fabbricati.

Il nuovo software, Docfa 5 è già in fase di sperimentazione presso gli uffici dell’Agenzia del Territorio. Non sarà l’ennesimo aggiornamento del programma così come tutti lo conosciamo, ma una cosa del tutto diversa: un’evoluzione dell’attuale software.

Non si tratterà infatti di un programma da scaricare e installare sul proprio pc, ma di una sorta di cloud che permetterà ai tecnici di compilare gli atti di aggiornamento catastale direttamente online.

Per prima cosa è necessario scaricare e installare sul proprio computer la “Scrivania del Territorio”, già disponibile dal sito dell’Agenzia delle Entrate, che rappresenta un’unica interfaccia che permetterà ai tecnici di gestire direttamente le pratiche tramite l’autenticazione dell’utente ai servizi telematici, il reperimento delle informazioni necessarie dalla banca dati, la compilazione e la trasmissione per via telematica del documento attraverso il portale Sister.

Successivamente saranno progressivamente rilasciate le nuove versioni dei software Docfa, software Pregeo, Docte e Voltura, che consentiranno ai tecnici di dialogare direttamente con la Scrivania del territorio.

Al momento, l’unico software scaricabile è Unimod online, per la compilazione del Modello Unico da inviare per l’aggiornamento del registro e delle titolarità del sistema di pubblicità immobiliare e catastale, mentre per il download del nuovo Docfa bisognerà attendere il rilascio ufficiale della nuova versione da parte dell’Agenzia del Territorio.

Quella attualmente in uso, in attesa della quinta versione, è la quarta versione del software Docfa che dal gennaio del 1996 è di ausilio ai professionisti per la compilazione e presentazione agli uffici catastali dei documenti tecnici di aggiornamento degli immobili urbani. Le funzionalità presenti nella versione 4.0 sono state realizzate principalmente per consentire: l’invio dei Docfa attraverso il sistema telematico del territorio “Sister“, in un formato compatibile con le norme che regolano la conservazione elettronica dei documenti. Con questa versione i documenti prodotti dalla procedura sono, oltre che in formato compresso per la presentazione agli sportelli degli uffici del territorio, anche in formato PDF (Portable Document Format). Questo formato consente al professionista di visualizzare il contenuto del documento su cui appone la firma digitale; l’uso di nuovi stradari comunali certificati, dai quali selezionare gli indirizzi delle unità immobiliari presenti nell’atto di aggiornamento. I nuovi stradari verranno continuamente aggiornati, anche attraverso una collaborazione diretta con i comuni, responsabili del dato relativo alla toponomastica.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.