Seminterrati abitabili: in Lombardia si cambia tutto e scoppiano le polemiche

Il provvedimento sui seminterrarti abitabili, secondo la Beccalossi, sarebbe coerente con la Legge sul Consumo di suolo, che fissa come priorità la preservazione dei terreni liberi e promuove la rigenerazione urbana grazie al recupero del 'costruito' anche attraverso la riqualificazione degli impianti energetici.

Valuta questo articolo

Seminterrati abitabili: in Lombardia si cambia tutto e scoppiano le polemiche Totale 5.00 / 5 2 Voti

La norma che facilita la ristrutturazione e il recupero dei seminterrati abitabili, commerciali o per un uso terziario è Legge. “Con questo testo” ha affermato il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia, con delega all’Attuazione del Programma, Alessandro Fermi, primo firmatario del Pdl “ci siamo posti un duplice obiettivo: da una parte regolarizzare, rendendoli abitabili, i seminterrati; dall’altra fornire un nuovo impulso al settore edile. Il tutto senza nuovo consumo di suolo e con interventi mirati al contenimento dei consumi energetici“.

L’iter legislativo della proposta di legge per i seminterrati abitabili portata avanti dalle associazioni del comasco. La norma, come ha ricordato Fermi, è nata ascoltando le associazioni di categoria del comasco (Ance Como e Confedilizia), e si è poi scelto di estenderla a tutta la Regione proprio per l’impatto positivo che potrà avere una volta entrata in vigore.

“Spesso i seminterrati” ha continuati Alessandro Fermi “sono utilizzati come taverne, magazzini o come stanze di lavoro e studio. Ecco, con la Legge andiamo a sanare questa situazione ‘ibrida’ andando dunque incontro sia alle esigenze dei proprietari che dagli imprenditori. Sono infatti certo che potrà rappresentare un piccoli aiuto per un settore tuttora ancora pesantemente condizionato dalla crisi economica”.

Il testo del provvedimento definisce come seminterrato il piano di un edificio il cui pavimento si trova a una quota inferiore, anche solo in parte, rispetto a quella del terreno posto in aderenza all’edificio e il cui soffitto si trova, anche solo in parte, a una quota superiore rispetto al terreno posto in aderenza all’edificio. Grazie a questa nuova Legge, la Regione Lombardia potrà soddisfare il fabbisogno abitativo dei cittadini recuperando volumi già esistenti, senza incidere ulteriormente sul consumo di suolo disponibile. Grande attenzione è posta anche al risparmio energetico che sarà perseguito attraverso interventi tecnologicamente avanzati.

Un provvedimento che alcuni hanno tacciato di sanatoria. Dare la patente di seminterrati abitabili a questo tipo di locali potrebbe, secondo le accuse, coprire un diffuso sistema di illeciti amministrativi.

All’accusa risponde però l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del Suolo e Città metropolitana Viviana Beccalossi “ ma quale sanatoria, ma quali tuguri stile Grande Fratello. La nuova Legge sul recupero dei seminterrati fa, finalmente, chiarezza sull’utilizzo di questi spazi che, per ottenere l’abitabilità dovranno rispettare una serie di regole precise riguardanti innanzitutto le condizioni igienico-sanitarie e la sicurezza, poi il risparmio energetico e l’impiantistica”.

Il provvedimento sui seminterrarti abitabili, secondo la Beccalossi, sarebbe coerente con la Legge sul Consumo di suolo, che fissa come priorità la preservazione dei terreni liberi e promuove la rigenerazione urbana grazie al recupero del ‘costruito‘ anche attraverso la riqualificazione degli impianti energetici.

Nel corso del suo intervento in Aula, l’assessore Beccalossi si è anche soffermata sui vantaggi economici derivanti dalle nuove norme che “genereranno lavoro, interessando soprattutto medi e piccoli imprenditori e artigiani chiamati alla ristrutturazione e alla riqualificazione degli spazi”.

“La Legge “ conclude Viviana Beccalossi “parla chiaro anche in merito all’aspetto del rischio idrogeologico in Lombardia, imponendo ai sindaci di escludere dal provvedimento parti del proprio territorio considerate a rischio. Si compie dunque un passo avanti per migliorare la qualità degli insediamenti, perché per poter utilizzare questi spazi sono obbligatori interventi e investimenti importanti e qualitativamente alti. Qui nessuno ‘sana‘ nulla, ma anzi impone di realizzare soluzioni mirate al benessere abitativo e soprattutto a favore della sicurezza”.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.