Sabatini bis: tutte le risposte (ufficiali) alle vostre domande

Tutti ì chiarimenti sulla Sabatini bis diffusi dal Ministero dello Sviluppo Economico in cinque semplici domande

Valuta questo articolo

Sabatini bis: tutte le risposte (ufficiali) alle vostre domande Totale 5.00 / 5 3 Voti

Le domande e i dubbi riguardanti la Sabatini bis sono numerosi, si va dai dubbi sull’entità ed erogazione del contributo fino alla tempistica necessaria per accedere ai contributi previsti nella Sabatini bis. Per chiarire una volta per tutte alcuni dubbi che si ripetevano ricorrenti il Mise ha aggiornato, come fatto in passato per i dubbi riguardanti l’efficienza energetica,  in queste ore le FAQ sul Bando Beni strumentali o aziendali, il cosiddetto Sabatini Bis istituito dal Decreto Fare volto a finanziare l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature.

Richiesta di contributo, tempistiche

– Tra i chiarimenti il fatto che l’impresa possa richiedere l’erogazione del contributo per l’acquisto di macchinari o beni strumentali entro 60 giorni dalla data di conclusione dell’investimento.

Erogazione del contributo

– Per quanto riguarda il tempo dell’erogazione invece, o per meglio dire il tempo che può intercorrere tra la fase di delibera della Banca/Intermediario finanziario e la fase di erogazione  reale del contributo da parte del Ministero all’impresa, il MiSE chiarisce che le richieste di erogazione saranno evase entro un termine di 30 giorni dalla data di ricezione della domanda completa e conforme a quanto indicato nella circolare, fatti salvi i tempi necessari per l’acquisizione delle certificazioni rilasciate da altri soggetti pubblici. Viene inoltre ricordato che l’investimento deve essere concluso entro il periodo di preammortamento o di prelocazione della durata massima di 12 mesi dalla data di stipula del finanziamento/contratto di leasing.

Calcolo del contributo

– Il contributo previsto dalla Sabatini bis viene concesso per un importo pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75% su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali costanti e della durata di cinque anni. Il contributo è erogato dal Mise in base al piano temporale riportato nel decreto di concessione, che si esaurisce entro il sesto anno dalla data di ultimazione dell’investimento, in quote annuali

Quote successive alla prima

– Per quanto concerne la tempistica a cui coloro che fossero interessati ad accedere ai contributi previsti dal Sabatini bis per richiedere l’erogazione delle quote di contributo successive alla prima il Ministero rende noto che ciascuna richiesta successiva alla prima potrà essere inoltrata, annualmente, solo se decorsi 12 mesi dalla richiesta di erogazione precedente.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.