Rent to Buy: tutti i dettagli fiscali spiegati dall’Agenzia delle Entrate

Rent to Buy: nuove istruzioni sul regime fiscale e sull’Iva da applicare

Valuta questo articolo

Rent to Buy: tutti i dettagli fiscali spiegati dall’Agenzia delle Entrate Totale 4.80 / 5 10 Voti

Cosa si intende per Rent To Buy? Per Rent To Buy si intende una fattispecie contrattuale, diversa dalla locazione finanziaria, volta a conferire al conduttore l’immediato godimento dell’immobile, rinviando al futuro il trasferimento della proprietà.

Un invenzione legislativa per permettere alle giovani coppie di progettare l’acquisto di una casa anche in tempi di poco liquidità.

Dopo un primo periodo dove in tanti hanno espresso pareri più che positivi sullo strumento del Rent To Buy, ma che allo stato pratico pochi conoscevano nei suoi dettagli, si è inteso disciplinare il rapporto contrattuale nel periodo antecedente l’alienazione dell’immobile, pur lasciando ampi spazi all’autonomia delle parti.

Tale misura, che come chiarito dalla relazione illustrativa dell’Agenzia delle Entrate, è  “volta a favorire la ripresa delle contrattazioni immobiliari, soprattutto con riferimento a quelle categorie che hanno maggiori difficoltà  ad acquistare in contanti”.

Con la circolare n. 4/ l’Agenzia delle Entrate definisce aliquote e modalità del regime fiscale da utilizzare per la tassazione del nuovo schema contrattuale.

In sostanza, spiega il documento, il trattamento fiscale previsto dal Rent To Buy da applicare al canone corrisposto dal locatario deve essere diversificato tenendo conto della funzione specifica, per il godimento dell’immobile o come acconto sul prezzo finale di trasferimento, per la quale le somme sono pagate dall’affittuario al proprietario.

Nel primo caso quindi, prosegue la circolare, trovano applicazione le disposizioni previste per i contratti di locazione, sia per le imposte dirette che per quelle indirette, mentre per la quota di canone versata come anticipazione del corrispettivo pattuito per la vendita dell’immobile si applicherà la normativa fiscale prevista per gli acconti- prezzo.

La circolare chiarisce inoltre che i canoni di locazione previsti dallo strumento del Rent To Buy versati per il godimento di un fabbricato abitativo rientrano tra le operazioni esenti da Iva. Lo stesso regime di esenzione si applica anche ai canoni versati per la locazione di fabbricati strumentali, con la possibilità di optare per il regime di imponibilità da parte di tutti i soggetti passivi e non solo per le imprese di costruzione e di ripristino.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.