Regime minimi: chiarimenti su ricavi e compensi

Agenzia delle Entrate: ricavi e compensi relativi al nuovo regime minimi .

Valuta questo articolo

Regime minimi: chiarimenti su ricavi e compensi Totale 5.00 / 5 2 Voti

Imprenditori e professionisti devono fare riferimento al criterio di cassa per determinare i ricavi o compensi per rientrare nel nuovo regime minimi, modificato dalla Legge di Stabilità 2015.

La precisazione, che non ha comunque stravolto le aspettative di tanti professionisti italiani,  arriva dall’Agenzia delle Entrate.

Come è noto, il nuovo regime minimi si applica in base a precise soglie di reddito, individuate per le diverse categorie di lavoratori autonomi o professionisti.

La nuova aliquota è del 15%, mentre prima era al 5%.

La relazione tecnica che accompagna la manovra del nuovo regime minimi spiega che i ricavi devono essere calcolati considerando, per quanto concerne le imprese, la competenza economica. Quindi, si tiene conto anche delle cessioni e delle prestazioni eventualmente non ancora fatturate per le quali. I professionisti, per i quali come è noto c’è un limite a 15mila euro per l’accesso al nuovo regime minimi, a loro volta fanno riferimento al principio di cassa per la verifica del limite relativo ai compensi.

Ci sono, poi una serie di precisazioni: i ricavi rilevano anche se relativi ad una attività cessata diversa da quella iniziata nel corso dell’anno successivo, e per la quale si intende usufruire del regime forfetario. Anche questo, vale sia per l’impresa sia per gli esercenti arti e professioni: la posizione del contribuente va considerata nel suo insieme e non in relazione alla specifica attività svolta. Nel caso in cui il contribuente svolga diverse attività, il limite da considerare è il più elevato fra quelli in tabella.

Si tratta di una precisazione importante, perché riguarda uno dei cambiamenti fondamentali introdotti dalla riforma: l’accesso al regime minimi è regolato a specifiche soglie di ricavi, diverse per ogni categoria.

Tetto Massimo Ricavi

Industrie alimentari e delle bevande 35.000

Commercio all’ingrosso e al dettaglio 40.000

Commercio ambulante di alimentari e bevande 30.000

Commercio ambulante di altri prodotti 20.000

Costruzioni e attività immobiliari 15.000

Intermediari del commercio 15.000

Attività dei servizi di alloggio e ristorazione 40.000

Attività professionali 15.000

Altre attività economiche 20.000

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.