Linee guida Servizi di Ingegneria e Architettura: l’ANAC rende pubbliche le prime 5 linee guida

Linee guida Servizi di Ingegneria e Architettura. Le prime 5 linee guida Anac saranno pubblicate e trasmesse a Commissioni e Consiglio di Stato per un parere

Valuta questo articolo

Linee guida Servizi di Ingegneria e Architettura: l’ANAC rende pubbliche le prime 5 linee guida Totale 5.00 / 5 3 Voti

L’Anac, come annunciato dal Presidente Raffaele Cantone in corso di audizione tenutasi nel pomeriggio del 21 Giugno, presso le Commissioni riunite Ambiente di Camera e Senato, ha licenziato in Consiglio le prime 5 linee guida Linee guida Servizi di Ingegneria e Architettura Anac, che saranno pubblicate prossimamente e trasmesse anche alle Commissioni e al Consiglio di Stato per un parere, nonostante quest’ultimo non sia un passaggio legislativamente obbligato.

Due guide sono proposte per il MIT, che dovrà vararle con regolamento, e tre sono linee guida vincolanti riguardanti: l’offerta economicamente più vantaggiosa, il RUP e i servizi di ingegneria e Architettura.

Nel corso dell’audizione Cantone ha poi precisato l’intenzione di approvare entro la prossima settimana le linee guida sul sottosoglia. Secondo le previsioni di Cantone, inoltre, nella prima settimana di luglio si punterà all’approvazione e pubblicazione del documento sui commissari di gara. Entro l’estate saranno infine licenziate le altre tre linee guida Anac ancora in consultazione (rating di impresa, esclusioni dalle gare d’appalto e PPP).

Inoltre, sono stati appena pubblicati due comunicati ANAC, con cui l’Autorità fa chiarezza circa la disciplina transitoria da applicarsi in ambito di sistema SOA, su questioni legate alla qualificazione delle imprese.

In particolare, quanto ai consorzi stabili, la verifica dei requisiti resterà su base quinquennale, non potendo l’ANAC agire con poteri di modifica normativa: l’impasse generato dal 19 Aprile ad oggi, era dovuto all’abrogazione dell’articolo 37 del codice 2006. I consorzi stabili non risultavano più regolati da alcuna disciplina di qualificazione, con conseguente difficoltà di accesso al mercato degli appalti pubblici.

Inoltre, il problema, anche da ANIEM sollevato tramite un interpello presentato presso le competenti sedi istituzionali, riguarda i soggetti che si sono qualificati in base alla vecchia disciplina, che si trovano in difficoltà anche in caso di verifica triennale.

Nelle more delle Linee guida Servizi di Ingegneria e Architettura, l’Anac precisa che: “La disciplina dei consorzi stabili si ritiene transitoriamente vigente in ragione delle norme contenute agli articoli 81 e 94 del Dpr n. 207/2010, che ad essa rinvia”. Si ricorda che, nelle more dell’entrata in vigore delle linee guida a e dei decreti attuativi al codice, rimane in vigore, per le parti non abrogate dalle nuove previsioni, il Regolamento 207/2010.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.