Assegnazione dei finanziamenti per gli studi di microzonazione sismica

Assegnazione dei finanziamenti per gli studi di microzonazione sismica di III livello ai Comuni interessati dagli eventi sismici

Corso Antisismica

Valuta questo articolo

Assegnazione dei finanziamenti per gli studi di microzonazione sismica Totale 5.00 / 5 3 Voti

Sul portale del Commissario per la ricostruzione del sisma 2016, Vasco Errani, è stata pubblicata l’ordinanza n. 24 del 12 Maggio 2017, recante “Assegnazione dei finanziamenti per gli studi di microzonazione sismica di III livello ai Comuni interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 e proroga di termini di cui all’ordinanza n. 13 del 9 gennaio 2017.”

Viene specificato che la microzonazione sismica elabora una approfondita indagine sulle caratteristiche del suolo. Le Regioni, (nel caso specifico Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria) promuovono le indagini, adottano gli studi e li utilizzano per le attività di pianificazione e di progettazione. Successivamente, i Comuni investiti dal terremoto, ne recepiscono i risultati nei propri strumenti di programmazione e di pianificazione.

Quali sono le modalità per definire le attività di microzonazione sismica nei 140 Comuni del Centro Italia?

L’Ordinanza firmata va a finanziare, da parte dello Stato, 3,8 milioni di euro per i territori colpiti dal terremoto e stabilisce e definisce le modalità per l’inizio delle attività di microzonazione sismica nei 140 Comuni del Centro Italia. I Comuni andranno a selezionare i tecnici che opereranno sul luogo. Il Terzo Decreto Terremoto (Dl 8 del 2017), infatti, sancisce che i Comuni possono ricorrere all’affidamento diretto (per importi inferiori a 40mila euro) al fine di incaricare professionisti di prevenzione sismica, con esperienza provata, nell’elaborazione di studi di microzonazione sismica e iscritti nell’elenco speciale dei tecnici abilitati ad operare per la ricostruzione.

Viene quindi stabilito che il 40% del finanziamento viene erogato dal Comune entro 15 giorni dalla comunicazione della firma del contratto del professionista mentre restante 60% viene erogato 15 giorni dalla verifica di conformità finale dello studio da parte del “Gruppo di lavoro”. L’ordinanza, altresì, va a definire la tempistica di elaborazione e consegna degli studi di lavoro. Viene così stabilito che nell’arco di un mese dall’entrata in vigore dell’ordinanza gli enti locali devono impegnare i lavori di studio, prorogabili di 30 giorni. Decorsi tali termini è sancito che i Presidenti delle Regioni interessate possono sostituirsi ai Comuni che non hanno adempito agli incarichi e riaffidare, quindi, gli stessi. I tecnici hanno a disposizione 150 giorni di tempo per eseguire e consegnare gli studi di fattibilità ai Comuni. Gli stessi Municipi entro i 5 giorni successivi dalla consegna degli studi invia gli elaborati al “Gruppo di lavoro” a cui spetta la verifica di conformità.

Quali sono le diverse tipologie di intervento per la microzonazione sismica che sono previste dal testo redatto dal Commisssario per la Ricostruzione Vasco Errani?

Il testo prevede tre diversi tipi di intervento di studi: interventi su Comuni che devono affidare l’attività di microzonazione sismica di primo e terzo livello; Interventi su Comuni che necessitano di studi di microzonazione sismica di terzo livello; Interventi su Comuni quali Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Montegallo, che devono completare la relazione finale dello studio di microzonazione sismica di terzo livello.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.