Pacchetto Casa 2016: le agevolazioni in favore del mercato immobiliare

Breve guida al Pacchetto Casa 2016: tutte le disposizioni introdotte, con Legge 28 dicembre 2015 “Legge di Stabilità 2016” e con il Decreto Interministeriale 8 settembre 2015

Valuta questo articolo

Pacchetto Casa 2016: le agevolazioni in favore del mercato immobiliare Totale 5.00 / 5 6 Voti

Pacchetto Casa 2016: le agevolazioni a favore del mercato immobiliare secondo le disposizioni introdotte, con Legge 28 dicembre 2015, n. 208 c.d. “Legge di Stabilità 2016” (G.U. n. 302 del 30 dicembre 2015 – Suppl. Ordinario n. 70), e con il Decreto Interministeriale 8 settembre 2015 (G.U. n. 282 del 3 dicembre 2015) emanato in attuazione dell’articolo 21 D.L. 133/2014 (c.d. “Decreto Sblocca Italia”), al fine di incentivare il settore immobiliare.

Bonus per l’acquisto di abitazioni di classe energetica A o B

La legge di Stabilità 2016 introduce una detrazione Irpef pari al 50% dell’Iva dovuta sull’acquisto, effettuato entro il 31 dicembre 2016, di unità immobiliari a destinazione residenziale in classe energetica A o B, purché la cessione venga effettuata dalle imprese costruttrici degli immobili. La detrazione, che compete fino a concorrenza dell’imposta lorda dell’acquirente, è ripartita in dieci quote annuali di pari importo, a partire dal periodo di imposta nel quale l’acquisto è effettuato e nei nove successivi.

Come ottenere il Bonus ?

Per ottenere il bonus fiscale per l’acquisto di abitazioni di classe energetica A o B è necessario rispettare alcuni punti:

  • l’acquisto dovrà essere effettuato entro il 31 dicembre 2016 e dovrà avere ad oggetto unità immobiliari ad uso residenziale

  • le abitazioni dovranno essere in classe energetica A o B;

  • la cessione dovrà essere effettuata dall’impresa costruttrice.

La legge non sembra porre limiti particolari, in pratica la detrazione sembra non essere limitata alla prima casa, ma dovrebbe poter riguardare ogni tipologia di immobile di tipo abitativo, a prescindere dall’aliquota Iva applicata (4% o 10% a seconda della sussistenza o meno dei requisiti di prima casa, o del 22% in presenza di abitazioni di lusso).

Lo strumento del Leasing Abitativo nel pacchetto casa 2016

La Legge di Stabilità 2016 introduce specifiche disposizioni in materia civilistica e fiscale per il contratto di locazione finanziaria di immobile da adibire ad abitazione principale. In particolare, la banca o l’intermediario finanziario si obbligano ad acquistare o a far costruire l’immobile su scelta dell’utilizzatore che, alla scadenza del contratto, ha la facoltà di acquistare la proprietà del bene a un prezzo prestabilito.

Il ricorso al leasing abitativo consente di beneficiare di una detrazione Irpef del 19% per quanto riguarda:

  • i canoni e relativi oneri accessori derivanti dal contratto di leasing per un importo non superiore a 8.000 euro l’anno;

  • il prezzo di riscatto dell’abitazione per un importo non superiore a 20.000 euro.

 

Quali sono i requisiti per accedere allo strumento del Leasing Abitativo previsto nel pacchetto casa 2016?

  • l’unità immobiliare deve essere adibita ad abitazione principale entro un anno dalla consegna (l’agevolazione in esame è applicabile dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2020 ndr).

  • il soggetto interessato deve avere un’età inferiore a 35 anni ed un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro all’atto della stipula del contratto e non deve essere titolare di diritti di proprietà su immobili a destinazione abitativa (La medesima detrazione, seppur con limiti massimi dimezzati 4.000 euro per i canoni e 10.000 euro per il prezzo di riscatto, viene riconosciuta anche ai soggetti di età pari o superiore a 35 anni, sempre con reddito complessivo massimo di 55.000 euro ndr).

Agevolazioni prevista dal pacchetto casa 2016 espressamente per quanto riguarda la “Prima Casa”

La legge di Stabilità 2016 prevede che le agevolazioni fiscali prevista a favore della “prima casa” (Iva 4% e Imposta di registro 2% ndr) debbano competere anche a chi sia già proprietario di una ”prima casa” e intenda acquistarne una nuova, a condizione che il precedente immobile sia ceduto entro un anno dal nuovo acquisto. La finalità della misura è comunque quella di favorire l’acquisto di nuove abitazioni.

Acquisto di unità abitative in fabbricati interamente ristrutturati

La Legge di Stabilità 2016 conferma, anche per l’anno 2016, la proroga delle detrazioni nella misura potenziata al 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. Nell’ambito di tale agevolazione è di particolare interesse la detrazione Irpef concessa all’acquirente di unità abitative inserite in fabbricati interamente ristrutturati.

Quali sono i requisiti per ottenere le detrazioni fiscali nella misura del 50% per l’acquisto di unità abitative in fabbricati interamente ristrutturati ?

Per beneficiare dell’agevolazione le unità abitative dovranno essere cedute dall’impresa costruttrice/ristrutturatrice che ha eseguito gli interventi, entro diciotto mesi dal termine dei lavori. L’agevolazione pari al 50% dovrà essere calcolata forfetariamente su un importo pari al 25% del corrispettivo di acquisto, da assumere nel limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

Deduzione fiscale per l’acquisto di immobili da locare cosi come previsto dal pacchetto casa 2016

Lo “Sblocca Italia” ha previsto la possibilità per le persone fisiche, non esercenti attività commerciali, di dedurre dal reddito complessivo risultante ai fini Irpef un importo pari al 20% delle spese sostenute, nel limite di 300.000 euro, nel caso di acquisto o costruzione, di immobili abitativi in classe energetica A o B, invenduti alla data del 12 novembre 2014.

L’agevolazione si applica per gli acquisti effettuati dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017 di abitazioni di nuova costruzione o oggetto di interventi di ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo. Per usufruire del beneficio, gli immobili dovranno essere destinati, entro sei mesi dall’acquisto o dal termine dei lavori, alla locazione a canone agevolato per almeno otto anni continuativi.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.