Rinvio del nuovo APE nazionale, si parte ad Ottobre 2015

Il nuovo APE nazionale partirà a ottobre, più tempo per potersi adeguare

Valuta questo articolo

Rinvio del nuovo APE nazionale, si parte ad Ottobre 2015 Totale 4.69 / 5 13 Voti

Sono stati esaminati ed approvati durante la Conferenza Unificata di alcuni giorni fa i due decreti sulle “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici, nuovo APE nazionale ”, con i relativi schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto attestante la rispondenza alle prescrizioni per il contenimento del consumo di energia degli edifici e dei relativi impianti termici”.

L’attesa dell’approvazione, “attesa” da diversi mesi,  aveva suscitato non poche preoccupazioni e perplessità. La regione Lombardia aveva, probabilmente anche per motivi politici, anche manifestato pubblicamente una certa preoccupazione per il ritardo ministeriale.

Cosa è successo nel corso dell’ultima Conferenza unificata Stato – Regioni in cui è stato finalmente “licenziato” il nuovo APE nazionale ?

Durante l’incontro, le Regioni hanno sollevato la questione che l’entrata in vigore del nuovo APE nazionale,  previsto per il primo di luglio (successivamente spostato al primo di agosto), non avrebbe consentito ai tecnici di prender familiarità con i software. Per tale ragione si è sancita un’intesa per l’emanazione entro fine mese, per rispettare i vincoli della UE, ma con decorrenza dal 1° ottobre 2015 determinando cosi il rinvio del nuovo APE nazionale.

Cosa prevedono le decisioni prese in sede di conferenza stato – regioni?

I contenuti principali delle Linee Guida discusse in sede di Conferenza Stato – Regioni, riguardano:

  • la modalità con cui procedere all’armonizzazione delle metodologie di calcolo in tutta Italia.
  • le metodologie di calcolo, per gli edifici caratterizzati da ridotte dimensioni e prestazioni energetiche di modesta qualità, finalizzate a ridurre i costi a carico dei cittadini;
  • le definizione dell’Attestato di Prestazione Energetica, comprendente i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio;
  • la definizione di uno schema di annuncio di vendita o locazione, che renda uniformi le informazioni sulla qualità energetica degli edifici fornite ai cittadini;
  • la definizione di un sistema, a cura dell’ENEA,  informativo comune, e obbligatorio, su tutto il territorio nazionale, il SIAPE, con cui si dovrà gestore una sorta di catasto unificato degli edifici, degli attestati di prestazione energetica e dei relativi controlli e ispezioni pubblici

Oltre alle Linee Guida sul nuovo APE nazionale sopra riportate, durante la Conferenza Stato – Regioni, è stato discusso anche il decreto del Mise che fornisce al progettista le indicazioni per compilare la relazione tecnica di progetto attestante la rispondenza alle prescrizioni per il contenimento del consumo di energia degli edifici e dei relativi impianti termici.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.