Appalti pubblici e funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione

L' ANAC ha elaborato delle proposte definitive di linee guida che tuttavia dovranno avere la veste del Decreto ministeriale, a fronte delle valutazioni rese dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Valuta questo articolo

Appalti pubblici e funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione Totale 5.00 / 5 1 Voti

E’ all’esame della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati lo Schema di decreto ministeriale recante regolamento di approvazione delle linee guida concernenti le modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione dei contratti relativi a servizi o forniture.

L’ ANAC ha elaborato delle proposte definitive di linee guida che tuttavia dovranno avere la veste del Decreto ministeriale, a fronte delle valutazioni rese dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. In particolare tale schema di DM:

  • vieta al DL, dal momento dell’aggiudicazione e fino all’approvazione del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione, di accettare nuovi incarichi professionali dall’esecutore;

  • prevede che il DL opera in autonomia in ordine al controllo tecnico, contabile e amministrativo dell’esecuzione dell’intervento;

  • reca la disciplina dei compiti e delle funzioni del DL in ordine alle attività di attestazione dello stato dei luoghi;

  • disciplina i compiti e i poteri attribuiti al DL nell’ambito delle attività di valutazione di eventuali modifiche, variazioni e varianti contrattuali;

  • disciplina le attività del DL al termine dei lavori;

  • disciplina i compiti e le funzioni del DL, in relazione alle attività di

  • controllo amministrativo-contabile.

  • Occorrerà verificare l’iter di tale testo, che apporterà regole chiare che allo stato rimangono confuse, a fronte della difficoltà di analisi e verifica tra norme previgenti e norme in vigore.

Linee guida su direttore dei lavori e direttore dell’esecuzione: il parere del Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato, con il parere n. 2282 del 3 novembre 2016, ha reso il parere sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di approvazione delle linee guida sul Direttore dei lavori e sul Direttore dell’esecuzione, adottato ai sensi dell’art. 111 del d.lgs. 50/2016.

Il parere è accompagnato da una serie di proposte di modifica. Lo schema di decreto si compone di due soli articoli, di cui il primo “approva” le due linee guida elaborate dall’Anac che vengono riportate in due “allegati” al decreto, e uno dispone le abrogazioni.Come evidenziato dal Collegio, l’art. 111 del d.lgs. 50/2016 prevede che le linee guida siano “approvate” con decreto ministeriale, su “proposta” dell’ANAC, e “previo parere delle competenti commissioni parlamentari”, nonché “sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici”.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.