Legge di stabilità: pensioni e sconto contributi per artigiani e commercianti

Importante opportunità offerta dalla Legge di stabilità ad artigiani e commercianti per aderire al regime fiscale agevolato.

Valuta questo articolo

Legge di stabilità: pensioni e sconto contributi per artigiani e commercianti Totale 5.00 / 5 1 Voti

Grazie alla Legge di stabilità arriva per gli esercenti, gli artigiani e i commercianti, che hanno scelto il cosiddetto Regime dei Minimi, la possibilità di fruire dello sconto sui contributi previdenziali.

La Legge di stabilità prevede infatti un regime previdenziale agevolato per chi esercita attività di impresa e aderisce al Regime dei Minimi secondo il quale è possibile il pagamento dei contributi previdenziali solo sul reddito effettivo e non più sul minimale contributivo.

Legge di Stabilità e regime agevolato

Secondo la Legge di stabilità 2015 dunque gli esercenti attività di impresa iscritti alle gestioni INPS degli artigiani o commercianti potranno versare la contribuzione INPS in percentuale rispetto ai redditi percepiti senza dover effettuare il versamento dei contributi fissi. O per  meglio dire ad essere pagati agli enti previdenziali saranno i contributi maturati sul reddito dichiarato ai fini IRPEF per l’anno al quale i contributi stessi si riferiscono. I versamenti dovranno essere effettuati entro gli stessi termini previsti per il versamento delle somme dovute in base alla dichiarazione dei redditi.

La possibilità di aderire al regime fiscale agevolato prevista dalla Legge di stabilità  è fondamentalmente un’opportunità opzionale che va valutata con attenzione .

Secondo diversi esperti, tra i quali numerosi geometri fiscalisti, l’adesione prevista dalla Legge di stabilità potrebbe non convenire, ad esempio se l’imprenditore percepisce un reddito inferiore al minimale contributivo previsto.

In questo caso, infatti, verrebbe versata una somma inferiore al contributo fisso e si accumula un montante contributivo inferiore non più coincidente con l’anno solare e proporzionalmente riducibile in base alla somma effettivamente versata.

Il testo diffuse dalla agenzie di stampa precisa inoltre che il regime contributivo di favore è una semplice opzione per la quale occorre presentare, in fase di apertura della partita IVA, una comunicazione telematica indirizzata all’INPS.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.