Una legge di stabilità 2016 che apre ai sistemi domotici e punta sulla sicurezza

Investire su nuove tecnologie e sui sistemi domotici può fare la differenza nel settore dell’efficienza energetica e far ripartire la domanda interna

Corso Domotica

Valuta questo articolo

Una legge di stabilità 2016 che apre ai sistemi domotici e punta sulla sicurezza Totale 5.00 / 5 9 Voti

ANIE Confindustria, la Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche, applaude all’inclusione nel testo della Legge di Stabilità 2016 di un emendamento che porta all’introduzione tra gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici degli interventi atti a migliorare il settore dei sistemi domotici.

La Finanziaria estende infatti ai sistemi domotici di automazione e controllo  la detrazione fiscale Irpef al 65%, laddove tale intervento veniva ricompreso finora solo nel bonus ristrutturazioni, detraibile quindi solo al 50%.

“Si tratta di un passo importante verso l’adozione di sistemi di efficientamento energetico negli edifici” ha affermato Claudio Andrea Gemme, Presidente di ANIE Confindustria “un settore importantissimo nel nostro Paese, se pensiamo che il 40% del consumo totale di energia e il 36% delle emissioni di gas serra sono imputabili proprio ai building. I sistemi domotici garantiscono un risparmio energetico notevole: per i sistemi di riscaldamento-raffrescamento, si va infatti da un risparmio minimo del 9% fino a un massimo del 26%, mentre per quanto riguarda l’energia elettrica si passa da un minimo del 7% a un risparmio massimo del 20%. Come ANIE non possiamo che apprezzare l’intervento sui piccoli impianti di energia rinnovabile integrati nell’edificio, che contribuiscono a coprire i fabbisogni energetici e dunque a ridurre le emissioni climalternati. L’ecobonus è in linea con le richieste che la nostra Federazione avanza da tempo. Il prossimo passo sarà quello di stabilizzare definitivamente queste agevolazioni: un passo alla volta, ci arriveremo.”

“Il risparmio energetico è un settore trainante non solo del comparto dell’edilizia, assolutamente anticongiunturale, ma dell’intera economia” prosegue Gemme “Molti dei comparti presenti in ANIE sono da anni in prima linea sul fronte dell’efficienza energetica degli edifici, impegnati verso l’effettivo raggiungimento dell’obiettivo degli edifici NZEB. Apprezziamo il segnale di concreta attenzione verso settori come quello legato allo sviluppo dei sistemi domotici e delle rinnovabili che, oltre a portare indubbi vantaggi alla quotidianità della vita di chi abita uno spazio, spostano finalmente l’attenzione verso la parte impiantistica e tecnologica degli edifici e i sistemi di misurazione attiva dei consumi, da sempre scarsamente considerati nel sistema normativo italiano”.

Soddisfazione anche per l’inserimento nella Legge di Stabilità 2016 del credito d’imposta a favore di persone fisiche che decidano di dotarsi di sistemi di sicurezza e di videosorveglianza digitale, un segmento che, come già registrato dall’Associazione ANIE Sicurezza, ha chiuso il 2014 con un deciso +10% del fatturato aggregato.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.