Le procedure di demolizione di manufatti abusivi all’esame del Senato

Iniziato l’esame sulla proposta di legge recante Disposizioni in materia di criteri di priorità per l'esecuzione di procedure di demolizione di manufatti abusivi

Valuta questo articolo

Le procedure di demolizione di manufatti abusivi all’esame del Senato Totale 4.67 / 5 6 Voti

La II Commissione Giustizia ha iniziato l’esame in sede referente della proposta di legge recante “Disposizioni in materia di criteri di priorità per l’esecuzione di procedure di demolizione di manufatti abusivi“.

Il fenomeno delle demolizione di manufatti abusivi conseguenti ad abusi edilizi costituisce una questione particolarmente sentita. Il Testo Unico edilizia (DPR 308 del 2001) attualmente prevede un sistema a doppio binario che vede la competenza sia delle autorità amministrative (Comuni, Regioni e Prefetture ndr) che procedono con le forme del procedimento amministrativo, sia dell’autorità giudiziaria, in presenza della condanna definitiva del giudice penale per i reati di abusivismo edilizio ove la demolizione non sia stata ancora eseguita.

Come verrà modificata la disciplina della demolizione di manufatti abusivi se il parlamento darà il via libera alla proposta di legge sulle “ Disposizioni in materia di criteri di priorità per l’esecuzione di procedure di demolizione di manufatti abusivi”?

Le modifiche apportate dal disegno di legge in discussione in queste ore in parlamento sono innanzitutto legate a particolari criteri di priorità sulle demolizioni degli immobili.

La proposta di legge tiene dunque in particolare considerazione aspetti come; i pericoli per la pubblica o privata incolumità, anche nel caso in cui l’immobile sia abitato o utilizzato; quelli in costruzione o comunque non ultimati, quelli occupati abusivamente, utilizzati per lo svolgimento di attività criminali, immobili di rilevante impatto ambientale o costruiti su area demaniale o in zona soggetta a vincolo ambientale e paesaggistico o a vincolo idrogeologico o archeologico, immobili di complessi o villaggi turistici o comunque oggetto di lottizzazione abusiva.

Ma non solo. La proposta di Legge in discussione in queste ore nelle aule della II Commissione Giustizia del Senato prevede ulteriori criteri da verificare, come ad esempio se la classificazione degli edifici in una o in un’altra categoria di priorità risulti agevole e univoca, e se sussistano casi in cui un edificio da demolire, per caratteristiche e titolarità, rientri in più di una categoria di priorità.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.