Al via la consultazione sui piani di riqualificazione energetica degli immobili

Mise e Ministero dell’Ambiente lanciano la consultazione pubblica sulle Strategie per la riqualificazione energetica del parco immobiliare.

Corso Certificazione Energetica

Valuta questo articolo

Al via la consultazione sui piani di riqualificazione energetica degli immobili Totale 5.00 / 5 7 Voti

È stata lanciata dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Ambiente l’attesa consultazione pubblica sulla Strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare italiano – STREPIN e sul Piano per l’incremento degli edifici a energia quasi zero – PANZEB. L’incremento dell’efficienza energetica negli edifici e la transizione verso gli edifici a energia quasi zero (NZEB) costituiscono infatti obiettivi prioritari per il Paese, perseguiti grazie all’attivazione di un’ampia gamma di misure di regolazione e di incentivazione.

Motivazioni e obiettivi programmatici della riqualificazione parco immobiliare che sta interessando circa 12 milioni di edifici.

La motivazione principale riguarda ovviamente le diverse possibilità di risparmio. Le potenzialità di risparmio in gioco infatti sono state definite da più di un Energy manager come ampie. Gli edifici sul territorio nazionale infatti, contando solo il settore residenziale, ammontano a più di 12 milioni per un totale di oltre 31 milioni di abitazioni, e rappresentano circa il 40% del fabbisogno energetico del Paese. Si stima che oltre il 60% di questi siano in classe energetica G, ovvero quella con i consumi più alti. Una classe energetica che “urla” il bisogno di una riqualificazione energetica immobiliare da attuare al più presto.

La strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale, redatta ai sensi del decreto legislativo n. 102/2014, partendo dalla ricognizione del parco immobiliare italiano valuta il risparmio di energia atteso al 2020 grazie alle misure attivate. L’analisi delle barriere tecniche, economiche e finanziarie che ostacolano la realizzazione degli interventi di efficienza energetica accompagna poi le proposte di miglioramento degli strumenti di supporto in un’ottica cost-effective.

L’attuazione di tali proposte, che proprio grazie alla consultazione potranno essere integrate e ampliate, permetterebbe di incrementare il risparmio atteso al 2020, avvicinandolo alle potenzialità stimate per il settore civile.

La consultazione online (che sarà aperta fino al 4 dicembre 2015 ndr) risulta di grande importanza anche in un ottica di prospettiva futura. Dal 2021 infatti i nuovi edifici dovranno essere realizzati necessariamente a energia quasi zero. In vista di tale obbligo il PANZEB, previsto dal decreto legislativo n. 192/2005, traccia gli orientamenti e le linee di sviluppo nazionali per incrementare il loro numero tramite le misure di regolazione e di incentivazione disponibili.

Il documento, tra l’altro, chiarisce il significato operativo di NZEB, valuta le prestazioni energetiche di alcune delle sue espressioni nelle differenti tipologie d’uso e zone climatiche e stima i sovra-costi necessari per la loro realizzazione.

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.