Case antisismiche: progettazione riservata ad architetti e ingegneri

La progettazione delle case antisismiche, la direzione dei Lavori e i collaudi delle strutture in cemento armato nelle zone sismiche possono essere svolti solo da ingegneri e architetti

Corso Antisismica

Valuta questo articolo

Case antisismiche: progettazione riservata ad architetti e ingegneri Totale 3.86 / 5 7 Voti

“ Come potrete leggere, nonostante le consuete ambiguità nelle terminologie e nelle definizioni legali, il parere del Consiglio di Stato sulla progettazione delle case antisismiche è sostanzialmente positivo” ha affermato l’ufficio legale del CNAPPC “soprattutto perché stabilisce alcuni principi fondamentali, principi che d’ora in poi non potranno più essere trascurati, o peggio ancora, ignorati”.

Una dichiarazione che sembra chiudere, almeno per quanto riguarda il parere degli architetti italiani la querelle sulle competenze professionali di geometri, architetti e ingegneri, una polemica, accesasi ormai alcuni mesi fa.

In primo luogo, a leggere le dichiarazioni del CNAPPC, la progettazione delle case antisismiche , la direzione dei Lavori e i collaudi delle strutture in cemento armato nelle zone sismiche 1, 2, 3 possono essere svolti solo da architetti e ingegneri. Una progettazione quasi esclusiva quindi visto che i comuni italiani ricadenti in queste zone sono circa 4700.

In secondo luogo invece, si stabilisce che nelle zone sismiche 4 (che la normativa definisce chiaramente come meno pericolosa, una zona dove i terremoti sono rari ma non esclusi ndr) rimane valido ed efficace il principio limitatore delle competenze professionali dei geometri della “modesta costruzione”.

Un principio che la Pubblica Amministrazione deve sempre “valutare con particolare rigore, al fine di considerare con prevalente attenzione la progettazione, esecuzione e direzione dei lavori delle opere statiche, che dovrà essere demandata alla responsabilità di un professionista titolare di specifiche competenze tecniche”.

Una tesi che si fonda sul valore del principio di pubblica incolumità “i principi di pubblica incolumità prevalgono sugli altri aspetti della progettazione e quindi la conduzione generale del progetto e delle altre prestazioni dev’essere comunque affidata ad un architetto o ingegnere”.

Ma cosa si intende con la definizione di “modeste costruzioni civili” per quanto riguarda la progettazione delle case antisismiche ?

Questa è sicuramente una delle considerazione assolutamente più interessanti di tutto il parere del consiglio di stato commentato dal CNPAPPC. I giudici infatti hanno sentenziato che il principio della “modesta costruzione civile” va valutata sia sotto l’aspetto quantitativo sia sotto l’aspetto qualitativo”

Un postulato dalle ripercussioni enormi; infatti questo principio regolatore, qui applicato alla problematica sismica su cui era stata posta la questione, può altrettanto bene essere applicato agli ambiti di tutela paesaggistica, dove il pubblico interesse della salvaguardia del paesaggio e la specificità degli studi universitari necessari a progettare in questi ambiti, e chiarisce come affrontare il tema delle competenze.

Evidentemente questi principi di competenza valgono sia per la progettazione, sia per la direzione dei lavori, sia per quanto riguarda il collaudo di opere private e pubbliche. Ma soprattutto vale sia per quanto riguarda i liberi professionisti sia per quanto riguardano i progetti eseguiti dai dipendenti.

Il parere del Consiglio di Stato comincia quindi a tracciare una strada più chiara “ ma resta evidente come l’approccio meramente giuridico sia spesso inconsapevole della cultura tecnica, assai più adatta a risolvere il problema” ha dichiarato il CNAPPC “ speriamo davvero che a partire da questo parere si possa, finalmente, arrivare a un tavolo di concertazione delle competenze assieme alle altre professioni, proposto dal CNAPPC cinque anni fa, apparentemente condiviso, ma che incontra ancora resistenze conservative. Per noi, invece, è evidente che il presente e il futuro necessitano una integrazione dei saperi, in cui ognuno faccia molto bene ciò per cui ha studiato, evitando stupide “guerre” tra professionisti che non risolvono il problema”.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.