Valutazione di impatto ambientale Puglia. In arrivo controlli a tappeto sulle attività estrattive

La IV e V commissione del Consiglio regionale della Puglia hanno approvato a maggioranza, in seduta congiunta, il disegno di legge in materia di valutazione di impatto ambientale

Corso Via Vas

Valuta questo articolo

Valutazione di impatto ambientale Puglia. In arrivo controlli a tappeto sulle attività estrattive Totale 5.00 / 5 4 Voti

Approvato dalle commissioni consiliari il disegno di legge che impone l’obbligo di presentare istanza di Valutazione di impatto ambientale e, ove previsto, di Valutazione di incidenza ambientale entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore della legge regionale

La IV e V commissione del Consiglio regionale della Puglia hanno approvato a maggioranza, in seduta congiunta, il disegno di legge in materia di valutazione di impatto ambientale ed attività estrattiva, che modifica la legge regionale n. 21/2004.

Il ddl si propone la finalità di dare corretta attuazione agli obblighi derivanti dalle Direttive Valutazione di impatto ambientale, Habitat ed Uccelli in relazione alle cave ubicate in Puglia. È emerso, infatti, in contesti estrattivi storici connotati da forti valenze ambientali e paesaggistica, che vi sono cave in esercizio la cui autorizzazione, rilasciata in base alla L.R. n. 37/1985, risulta essere stata rilasciata in assenza di Valutazione di impatto ambientale e, ove previsto, di valutazione di incidenza ambientale, creando in alcuni casi situazioni di pre-contenzioso con l’Unione europea.

Gli interessati dovranno presentare istanza di VIA e, ove previsto, di Valutazione di incidenza ambientale, nel termine di 180 giorni dalla data di entrata in vigore della legge regionale. In assenza di tale adempimento l’attività estrattiva dovrà essere sospesa.

Il ddl è stato approvato con alcuni emendamenti presentati dall’assessore all’Ambiente Domenico Santorsola sulla base delle osservazioni formulate dai commissari in precedenza. L’assessore si è anche impegnato a presentare prima dell’esame del provvedimento da parte del Consiglio regionale, una nota esplicativa per fornire un quadro aggiornato e ragionato dell’attività delle cave in Puglia.

La valutazione ambientale dei progetti, o Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA) ha la finalità di proteggere la salute umana, contribuire con un migliore ambiente alla qualità della vita, provvedere al mantenimento delle specie e conservare la capacità di riproduzione dell’ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita.

A questo scopo, essa individua, descrive e valuta, in modo appropriato, per ciascun caso particolare e secondo le disposizioni dei decreti istitutivi, gli impatti diretti e indiretti di un progetto sui seguenti fattori:

  • gli esseri umani, la fauna e la flora;

  • il suolo, l’acqua, l’aria e il clima;

  • i beni materiali ed il patrimonio culturale;

  • l’interazione tra i fattori di cui sopra.

La procedura di Valutazione d’Impatto Ambientale garantisce l’informazione e la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali, la semplificazione delle procedure e la trasparenza delle decisioni.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.