Classificazione sismica del territorio: una nuova zonazione sismica per la Regione Lombardia

Classificazione sismica del territorio italiano: dal 10 Aprile 2016 una nuova zonazione sismica per la Regione Lombardia

Corso Antisismica

Valuta questo articolo

Classificazione sismica del territorio: una nuova zonazione sismica per la Regione Lombardia Totale 5.00 / 5 2 Voti

Classificazione sismica del territorio: una nuova zonazione sismica per la Regione Lombardia. Mercoledì 30 marzo 2016 la Regione Lombardia ha ufficialmente approvato e reso pienamente effettive due importanti provvedimenti legislativi; la L.R. n. 33/2015 e la D.G.R. 5001/2016. Le nuove norme si applicano ai lavori relativi a opere pubbliche o private localizzate nelle zone dichiarate sismiche, comprese le varianti influenti sulla struttura che introducano modifiche tali da rendere l’opera stessa, in tutto o in parte, strutturalmente diversa dall’originale o che siano in grado di incidere sul comportamento sismico complessivo della stessa.

Ma quali sono nel dettaglio tutte le novità riguardanti la classificazione sismica del territorio e quindi la nuova zonazione sismica della Regione Lombardia?

Le novità immediate più importanti introdotte dalla legge regionale numero 33/2015 e dalla delibera di giunta regionale numero 5001 del 2016 sono:

  • il trasferimento ai comuni delle competenze in materia di opere o costruzioni e vigilanza in zone sismiche, per le opere ricadenti sul loro territorio;

  • per i comuni in zona sismica 2 (alta sismicità): obbligo dell’autorizzazione preventiva all’avvio dei lavori;

  • per i comuni in zona 3 e 4 (sismicità bassa e molto bassa): obbligo del deposito della documentazione relativa al progetto prima dell’avvio dei lavori;

  • attività di controllo sistematico degli interventi relativi a opere o edifici pubblici o, in genere, edifici destinati a servizi pubblici essenziali, ovvero progetti relativi ad opere comunque di particolare rilevanza sociale o destinate allo svolgimento di attività, che possono risultare, in caso di evento sismico, pericolose per la collettività;

  • attività di controllo su tutti gli altri tipi di edifici in tutte le zone sismiche.

Le istanze dovranno essere presentate compilando una modulistica on-line, attraverso un sistema informativo appositamente dedicato, che sarà reso disponibile in tempi brevissimi. Per il primo anno sarà possibile, in alternativa al sistema informativo, presentare le istanze anche in formato cartaceo.

Nei comuni in cui è cambiata la zonazione sismica (Attualmente in Lombardia non si trovano comuni in Zona 1, quella a più alta pericolosità, i Comuni in Zona 2 sono 41 media sismicità, 238 quelli in Zona 3 bassa sismicità, mentre la maggior parte dei Comuni lombardi è classificata in Zona 4 bassissima sismicità), si legge nella comunicazione della Regione Lombardia, si richiama inoltre l’attenzione sull’obbligo di attenersi a quanto prescritto dall’art. 12 della L.R. 33/2015, in attuazione dell’art. 104 del D.P.R. 380/2001, in base al quale, tutti coloro che abbiano iniziato e non ancora ultimato una costruzione, sono tenuti a farne denuncia entro il 26 aprile 2016 allo sportello unico dell’edilizia del proprio comune.

La classificazione sismica del territorio italiano: la zonazione sismica della penisola rapportato al caso Lombardia

A seguito dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri numero 3274 del 2003, l’intero territorio nazionale è stato classificato a rischio sismico e suddiviso in quattro zone a diversa pericolosità, eliminando di fatto le zone non classificate. Con DGR n. 2129 del’11 luglio 2014 Regione Lombardia ha provveduto a riclassificare il proprio territorio dal punto di vista sismico: sulla base della nuova classificazione sismica del territorio, che entrerà in vigore alla data del 10 aprile 2016, i comuni lombardi in zona 2 sono 57, in zona 3 sono 1027 e in zona 4 sono 446.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.