Installare un impianto eolico “fai da te” ?

Breve guida su come installare un mini impianto eolico per uso domestico

Corso Energy Manager

Valuta questo articolo

Installare un impianto eolico “fai da te” ? Totale 5.00 / 5 9 Voti

Risparmio economico, inquinamento nullo, basse spese di manutenzione e un attenzione alle tematiche ambientali non trascurabile, sono solo alcune delle ragioni, discutibili o meno, che stanno convincendo centinaia di italiani ad installare nelle proprio case un impianto eolico ad uso domestico.

Una soluzione che sembra poter rappresentare una sorta di nuova frontiera per il settore delle energie rinnovabili, da sempre alla ricerca di una massimizzazione di profitto e utilità.

Ma cosa si intende quando si parla di installare un impianto eolico ad uso domestico?

Innanzitutto dobbiamo dimenticarci le grandi turbine che quasi quotidianamente sono oggetto di critiche e polemiche, con la definizione di mini eolico si indicano infatti generalmente degli impianti capaci di generare una potenza inferiore a 200 kW.

Ma i 200 Kw è solo il limite massimo, all’interno di questa fascia si possono infatti distinguere diverse tipologie di apparecchi, dai più ridotti a quelli in grado di alimentare intere aziende agricole o strutture commerciali. Generalmente gli impianti eolici per uso domestico generano comunque una potenza compresa tra 1 e 6 kW, ben al di sotto dei 200 Kw previsti dalla definizione.

Quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione se si propende per installare un impianto eolico di tipo domestico?

Partiamo dal dato della potenza del vento necessaria, innanzitutto dobbiamo sottolineare che un sito non è considerato idoneo quando la potenza del vento sia inferiore ai 16 km orari, circa quattro metri e mezzo al secondo.

Partendo da questa constatazione, i luoghi che più di altri possono essere considerati adatti per installare un impianto eolico di tipo domestico o familiare che sia, sono sicuramente le coste e i rilievi delle due isole maggiori (Sicilia e Sardegna).

Sono però molti altri i fattori che influenzano la redditività dell’impianto, dalla sua altezza fino alla conformazione e alla pendenza del terreno, passando per l’eventuale presenza di ostacoli naturali o artificiali.

Di contro, le miniturbine hanno il vantaggio di occupare poco spazio e poter essere posizionate anche su un tetto o in un giardino, e non necessitano di particolari infrastrutture per poter riutilizzare l’energia generata.

Quanto costa installare un mini impianto eolico?

I costi di un mini impianto eolico variano tra i 3000 e i 5000 euro per ogni kW di potenza installato. Si può valutare quindi in circa 60.000 euro il costo, stimato, di installazione di un impianto da 20 kW. Costi a cui vanno aggiunte le spese di manutenzione, circa 200 euro l’anno, e i costi di esercizio, circa 50 euro. Spese fisse che per meglio rendere l’idea vanno moltiplicate per 20 anni (la vita media di un impianto è infatti circa 20 anni ndr).

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.