Oggi ad Afragola si inaugura la stazione alta velocità firmata dalla grande archistar Zaha Hadid

Valuta questo articolo

Oggi ad Afragola si inaugura la stazione alta velocità firmata dalla grande archistar Zaha Hadid Totale 5.00 / 5 1 Voti

“L’inaugurazione della stazione Alta velocità di Afragola il 6 giugno e’ il coronamento di quattro anni di duro lavoro svolto per far ripartire i lavori e portare a completamento a tempo di record l’ultima opera di Zaha Hadid“. Così, il Sindaco, onorevole Domenico Tuccillo, ha commentato l’annuncio dell’inaugurazione dell’opera del premio Pritzker per l’Architettura.

“Quello della stazione e’stato da sempre il mio impegno per il territorio e oggi” sottolinea Tuccillo “con grande soddisfazione si trasforma in un’opportunità di crescita e sviluppo per la grande area metropolitana, all’interno della quale Afragola si candida ad un ruolo di primo piano per il rilancio della Campania e dell’intero Mezzogiorno. Ora occorre lavorare insieme alla Regione, che abbiamo già ripetutamente sollecitato, a un grande “masterplan” per valorizzare tutta l’area intorno alla Stazione alta velocità di Zaha Hadid.”

La nuova stazione di Napoli Afragola sarà la “porta” partenopea dell’Alta velocità, Sorge 3 km a nord di Napoli, e costituisce un’occasione di riqualificazione territoriale dell’area dell’interland napoletano. Napoli Centrale rimarrà la stazione che accoglierà i treni veloci diretti al cuore della città mentre la stazione alta velocità Napoli Afragola funzionerà come nodo di scambio con le linee veloci verso sud e con i servizi ferroviari regionali.

Il progetto, firmato da Zaha Hadid, si connota come segno architettonico di forte identità per tutto il territorio. La stazione alta velocità è concepita come un ponte che, vitalizzato dalle funzioni commerciali, segna un percorso entro un volume di calcestruzzo e vetro che assicura la connessione del tessuto urbano scavalcando la ferrovia. Superficie interessata dal nuovo progetto: 38.000 mq.

Zaha Hadid è stata senza ombra di dubbio una dei più illustri e noti architetti contemporanei. Hadid, scomparsa poco più di un anno fa a Miami era nata a Baghdad, in Iraq, prima di andare a studiare a Beirut e trasferirsi a Londra, dove viveva da molti anni avendo preso la nazionalità britannica. Ma girava molto il mondo seguendo i numerosissimi progetti del suo studio, che l’avevano messa nel gruppo delle “archistar” mondiali già da quasi trent’anni. Tra gli altri, uno dei tre grattacieli della nuova zona Fiera di Milano. Hadid era stata la prima donna a vincere il premio Pritzker, il più importante riconoscimento internazionale nel campo dell’architettura, e anche la prima donna a ricevere la medaglia d’oro del Royal Institute of British Architects.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.