Bonus edilizi ed emersione del mercato nero degli affitti e delle ristrutturazioni

Le agevolazioni fiscali su ristrutturazioni e affitti, rivela Il Sole 24 Ore, non servono a far emergere il nero quanto occorrerebbe per andare a pari.

Valuta questo articolo

Bonus edilizi ed emersione del mercato nero degli affitti e delle ristrutturazioni Totale 5.00 / 5 3 Voti

Poche variazioni nei dati ma alcune verità non tanto comode: bonus edilizi e le agevolazioni fiscali su ristrutturazioni edilizie e affitti, rivela Il Sole 24 Ore, non servono a far emergere il nero quanto occorrerebbe per andare a pari.

E la conferma che il peso fiscale è calato sì dal 2015 al 2016 ma per la soppressione della Tasi su abitazione principale e “imbullonati”: i soliti 4,5 miliardi che ogni anno il governo deve affannarsi a rendere ai Comuni.

La presentazione del volume “Gli immobili in Italia” ha visto la presenza del direttore generale delle Finanze, Fabrizia Lapecorella, e del direttore delle Entrate, Rossella Orlandi, che hanno sottolineato la centralità dell’aggiornamento della banca dati integrata della proprietà immobiliare: mancano ancora alcuni tasselli, come ha spiegato Gianni Guerrieri, direttore centrale Osservatorio del mercato immobiliare delle Entrate, come l’allineamento tra i dati catastali e quelli dei pubblici registri immobiliari, ma già tra il 2013 e il 2916 le percentuali si sono invertite e ora solo nel 40% dei casi non c’è il riscontro.

Nel volume, realizzato con il supporto tecnico di Sogei, La riflessione condotta da Maria Teresa Monteduro, dirigente generale al dipartimento delle Finanze, è andata dritta al cuore della politica fiscale immobiliare, indagando sul rapporto tra addizionalità fiscale (l’emersione di nuova base imponibile) e addizionalità economica (cioè le spese in più che si verificano grazie all’agevolazione e portano, appunto, a nuova base imponibile).

Dall’analisi dell’andamento delle detrazioni per spese di recupero edilizio e riqualificazione energetica emerge che, per andare “in pari” con i circa 5,5 miliardi annui di minor gettito, occorrerebbe un incremento delle spese di circa il 50%: mentre in realtà questo incremento non supera il 30 per cento.

Lo Stato, insomma, continua Il Sole 24 Ore, finanzia direttamente le ristrutturazioni con un contributo a fondo perduto. Non si tratta solo di un problema contabile: la manutenzione degli immobili e soprattutto il risparmio energetico sono obiettivi più ampi, il secondo soprattutto, ma occorre ragionare anche su questi dati.

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.