Gli errori piu comuni nella compilazione del modello 730

L'Agenzia delle Entrate ha voluto precisare di chi sono le responsabilità in caso di errori nel modello 730

Valuta questo articolo

Gli errori piu comuni nella compilazione del modello 730 Totale 5.00 / 5 5 Voti

L’attenzione dell’Agenzia delle Entrate italiane nei confronti della comunicazione è da sempre uno dei suoi cavalli di battaglia, non stupisce quindi più di tanto l’ultima campagna informativa messa in piedi per chiarire alcuni aspetti riguardanti la dichiarazione dei redditi precompilata, e più in particolare le responsabilità, caso per caso, nell’eventualità in cui vengano commessi errori nel modello 730.

La domanda proprio in occasione delle scadenze fiscali estive ha animato decine e decine di discussioni, tutti a chiedersi :”ma se commetto , o se altri commettono, degli errori nella compilazione del modello 730  di chi sono le colpe? ”.

Possiamo suddividere le diverse responsabilità sulla materia della dichiarazione dei redditi in due grandi categorie

Responsabilità dei CAF e dei professionisti nella commissione di errori legati alla compilazione del modello 730

Tra le grandi novità fiscali del 2015, oltre all’introduzione del modello 730 precompilato, bisogna sicuramente registrare il giro di vite sulle responsabilità in caso di dichiarazione dei redditi errata con sanzioni salate per professionisti e CAF, previste dal Decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali.

A ribadirlo sono state due differenti circolari emesse dall’Agenzia delle Entrate (la numero 14 del 2013 e la numero 7 del 2015) che hanno fatto chiarezza relativamente alle verifiche a cui è tenuto ad adempiere il professionista o il CAF che ha apposto il visto di conformità.

Cosa prevedono queste due circolari che hanno (in parte) fatto luce sulle responsabilità degli errori nella redazione del modello 730.

  • le ritenute e addizionali risultanti dalle CU esibite dal contribuente;

  • gli acconti versati o trattenuti;

  • le deduzioni, le detrazioni e i crediti d’imposta;

  • il riporto dell’eccedenza di credito dalla precedente dichiarazione

Responsabilità del contribuente

Responsabilità che ovviamente prevedono delle sanzioni a carico del professionista e del CAF che le dovesse disattendere. CAF e professionista possono però evitare tali sanzioni provando che il visto di conformità infedele è frutto della volontà fraudolenta da parte del contribuente nel fornire i propri dati.

Responsabilità del sostituto d’imposta nella commissione di errori fatti redigendo il modello 730

Diverso dai precedenti è il caso della responsabilità del sostituto d’imposta

Nel caso in cui a commettere l’errore sia stato il sostituto d’imposta, il professionista/CAF non è da ritenersi (ovviamente )responsabile.

L’Agenzia delle Entrate precisa infatti che il soggetto che presta assistenza fiscale non è tenuto ad entrare nel merito di quanto dichiarato dal sostituto d’imposta con la CU, che dal 2015 ha sostituito il CUD.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.