Equo compenso professionisti: avviato iter del disegno di legge in Senato

Il ddl Equo compenso professionisti prevede la nullità delle clausole contrattuali che collocano la remunerazione al di sotto dei parametri minimi vigenti

Valuta questo articolo

Equo compenso professionisti: avviato iter del disegno di legge in Senato Totale 5.00 / 5 1 Voti

Il ddl Equo compenso professionisti prevede la nullità delle clausole contrattuali che collocano la remunerazione al di sotto dei parametri minimi vigenti per orientare il magistrato nella soluzione del contenzioso

È stato incardinato ieri presso la Commissione lavoro del Senato l’esame del disegno di legge n. 2858 recante “Disposizioni in materia di equità del compenso e responsabilità professionale delle professioni regolamentate”, di iniziativa del presidente della commissione Maurizio Sacconi (Epi).

Il ddl Equo compenso professionisti è stato presentato in una conferenza stampa che si è tenuta ieri al Senato insieme al presidente di Energie per l’Italia Stefano Parisi.

“La proposta” spiega Sacconi “consente di rendere nulle le clausole contrattuali che collocano la remunerazione al di sotto dei parametri minimi vigenti per orientare il magistrato nella soluzione del contenzioso. Durante l’iter di esame cercheremo soluzioni per garantire a tutti i lavoratori autonomi livelli minimi inderogabili della remunerazione. Per i molti che non operano entro le regole degli ordini e dei collegi, la soluzione potrebbe consistere nel dare forza di legge ai contenuti minimi degli accordi collettivi sottoscritti da loro organizzazioni di rappresentanza con le associazioni dei committenti.”

“Non trascurabile è poi la proposta” sottolinea Sacconi “di individuare nel giorno della prestazione il momento da cui decorre il termine di prescrizione della responsabilità civile dei professionisti così da evitare le incertezze giurisprudenziali che li rendono difficilmente assicurabili.

Collocando questa iniziativa legislativa nella prospettiva dello “statuto dei lavori” disegnato da Marco Biagi, Stefano Parisi ha poi affermato che “Energie per l’Italia si batterà per sostituire il vecchio Statuto dei lavoratori con un moderno statuto rivolto a tutelare tutti i lavori tanto dipendenti quanto indipendenti. La cultura liberale non è concorrenza sregolata al ribasso sui prezzi ma deve garantire una corretta proporzione tra remunerazione e qualità delle prestazioni”.”

Equo compenso professionisti: come si articola il disegno di legge?

Articolo 1 oggetto e definizione. In attuazione dell’articolo 36, primo comma, della Costituzione, la legge è finalizzata a tutelare l’equità del compenso dei professionisti iscritti ad un ordine o collegio professionale e a garantire certezza del diritto nei loro rapporti con il committente. Per Equo compenso professionisti si intende “la corresponsione di un compenso proporzionato alla quantità e alla qualità del lavoro svolto, al contenuto e alle caratteristiche della prestazione professionale”.

Articolo2, clausole che prevedono un compenso non equo. È nulla ogni clausola o patto che determina un eccessivo squilibrio contrattuale tra le parti in favore del committente della prestazione prevedendo un compenso non equo. La nullità della clausola o del patto opera a vantaggio del professionista iscritto all’ordine o al collegio che esercita la relativa azione, ferma restando la validità del contratto nelle altre sue parti.

Articolo 3, prescrizione per l’esercizio dell’azione di responsabilità professionale. Il termine di prescrizione per l’esercizio dell’azione di responsabilità professionale decorre dal giorno del compimento della prestazione da parte del professionista iscritto all’ordine o al collegio professionale.

Articolo 4, clausola di invarianza finanziaria. Dall’attuazione della legge non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.