Inail: al via da oggi l’invio per la domanda di ammissione al bando isi 2016

Dal prossimo 19 Giugno, dalle ore 16:00 alle ore 16:30 le imprese potranno trasmettere la domanda di ammissione al Bando Isi 2016 dell’Inail.

Corso Aggiornamento Coordinatore Della Sicurezza

Valuta questo articolo

Inail: al via da oggi l’invio per la domanda di ammissione al bando isi 2016 Totale 5.00 / 5 2 Voti

Lo scorso 19 Aprile si era aperta la prima fase per l’assegnazione dei fondi promossi dal Bando Isi 2016. Viene specificato che il finanziamento è diviso in quote regionali a fondo perduto al fine di finanziare progetti per migliorare le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Dal 19 Aprile al 5 Giugno è stato possibile inserire, seguendo la procedura guidata definita dall’Istituto, piani e progetti per richiedere i finanziamenti. Lo scorso 3 Giugno, invece, era fissato il termine per potersi registrare al fine di ottenere le credenziali per eseguire la procedura.

Dallo scorso 12 Giugno, come specificato dall’Istituto “ le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, effettuandone la registrazione attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”, potranno accedere all’ interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le identifica in maniera univoca”.

Con lo stesso codice identificativo le aziende potranno procedere alla domanda di ammissione al Bando Isi 2016 il 19 Giugno negli orari sopracitati.

L’Inail ha predisposto una guida la fine di aiutare le imprese all’ottenimento di una giusta procedura tecnica per l’ invio della domanda relativa al Bando Isi 2016.

L’istituto sottolinea che sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:

  • Progetti di investimento;

  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;

  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

“Il contributo, specifica la nota dell’Istituto, pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130.000 euro (50.000 euro per i progetti di cui al punto 4), viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito”.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.