Europa: I dati ufficiali mostrano una disoccupazione in calo

In Italia dati peggiori rispetto alla media soprattutto per la disoccupazione giovanile

Valuta questo articolo

Europa: I dati ufficiali mostrano una disoccupazione in calo Totale 5.00 / 5 1 Voti

I dati ufficiali mostrano un Europa in cui la disoccupazione presenta una leggera diminuzione. Il tasso registrato attualmente è il più basso da settembre 2012, pari all’11,5%.

La disoccupazione appare quindi in calo di uno 0,1% rispetto al mese precedente e dello 0,5% rispetto all’anno precedente. In concreto, si tratta di 152.000 persone residenti all’interno dell’area euro che in questi ultimi dodici mesi sono riusciti a trovare un lavoro. In crescita soprattutto le economie di Austria (5%), Germania e Malta. Ottimi  i tassi di crescita di Grecia, all’aprile 2014, 27,3%, e Spagna.

La situazione  relativa alla disoccupazione in termini generali appare in netto miglioramento. In alcuni stati si registra un deciso incremento degli occupati in altri è rimasta stabile, Olanda e Svezia, in altri ancora è peggiorata.  Finlandia, Lussemburgo, Austria e Italia sono tra i paesi dove la crisi sembra ancora più che presente

In l’Italia, la disoccupazione è un po’ superiore alla media europea, 12,3%. Ma il dato più che più preoccupa  riguarda la disoccupazione giovanile.

In Italia i disoccupati tra i 15-24enni sono 701 mila. L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all’11,7%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente ma in aumento di 0,9 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 43,7%, in crescita di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,3 punti nel confronto tendenziale. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni rimane sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente mentre diminuisce dello 0,9% rispetto a dodici mesi prima. Il tasso di inattività, pari al 36,3%, rimane invariato in termini congiunturali mentre diminuisce di 0,2 punti percentuali su base annua.

Una situazione che genera preoccupazione anche negli altri paesi dell’area euro in quanto una forte ripresa economica in Italia è considerata fondamentale per gli equilibri economici del sistema europa.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.