Deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti entro il 31 maggio

Deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti: entro il 31 maggio la richiesta per la deroga al minimo soggettivo 2017

Valuta questo articolo

Deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti entro il 31 maggio Totale 5.00 / 5 3 Voti

Deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti. Il regolamento di Inarcassa stabilisce che chi prevede di conseguire nel 2017 un reddito professionale inferiore a 15.724 euro può non versare il contributo soggettivo minimo e pagare il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2017, dopo la presentazione della dichiarazione on line.

Gli ingegneri e architetti iscritti a Inarcassa che prevedono di conseguire nel 2017 un reddito professionale inferiore a 15.724 euro, possono scegliere di non versare il contributo soggettivo minimo e pagare il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2017, dopo la presentazione della dichiarazione on line. La deroga deve essere richiesta entro e non oltre il 31 maggio, in via telematica tramite Inarcassa On Line.

Che cosa è la deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti?

La norma prevede la possibilità di derogare all’obbligo della contribuzione minima soggettiva per un massimo di 5 anni nell’arco della vita lavorativa, per chi produce redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo. Chi prevede di conseguire nel 2017 un reddito professionale inferiore a 15.724 euro può NON versare il contributo soggettivo minimo ingegneri e architetti e pagare il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2017, dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi on line.

Nel corso dell’anno di deroga al contributo minimo soggettivo restano garantiti i servizi di assistenza così come la possibilità di presentare domanda di riscatto o di ricongiunzione dei periodi assicurativi maturati presso altre gestioni previdenziali. Il contributo minimo integrativo e il contributo di maternità vanno comunque versati entro i termini previsti (30 giugno e 30 settembre dell’anno in corso).

Quali sono i requisiti personali richiesti per poter far domanda di deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti?

Per richiedere la deroga è necessario:

  • essere iscritto ad Inarcassa al momento della richiesta;

  • non essere pensionando o pensionato Inarcassa;

  • non usufruire della riduzione per i giovani under 35 anni;

  • non aver esercitato la facoltà di deroga già per 5 volte.

Termini di presentazione della domanda di deroga contributo soggettivo minimo per ingegneri e architetti?

La deroga deve essere richiesta, entro e non oltre il 31 maggio, esclusivamente in via telematica tramite l’applicativo disponibile nell’area riservata di Inarcassa On Line al menù “Agevolazioni – Deroga contributo soggettivo minimo”. Nel caso di provvedimenti di iscrizione adottati successivamente al 31 maggio, la domanda di deroga al contributo minimo soggettivo relativamente all’anno in corso dovrà essere presentata entro il mese successivo al ricevimento della notifica di iscrizione.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.