Da studio professionale a società tra professionisti: come fare?

I chiarimenti della Fondazione Nazionale Commercialisti sulla trasformazione da studio professionale a società tra professionisti

Valuta questo articolo

Da studio professionale a società tra professionisti: come fare? Totale 5.00 / 5 4 Voti

Per individuare la corretta normativa da applicare ai casi di trasformazione da studio professionale a società tra professionisti è necessario considerare lo Statuto dello studio associato. L’importante chiarimento è arrivato dalla Fondazione dei dottori commercialisti, che attraverso una nota diffusa alla stampa ha espresso il suo parere riguardo l’evoluzione degli studi professionali in società tra professionisti.

Agglomerati professionali considerati fondamentali per il futuro delle professioni, anche in relazione allo sviluppo delle nuove tecnologie, come la domotica.

Nello studio realizzato e mostrato alla stampa, la Fondazione Nazionale Commercialisti esamina le possibilità di trasformare gli studi professionali in altre forme maggiormente strutturate. Forme come le società tra professionisti, soffermandosi in particolare sulla cessione e sul conferimento dello studio e della clientela e sulle ipotesi di trasformazione praticabili alla luce del diritto positivo.

Dagli studi professionali alle società tra professionisti

Le società tra professionisti si costituiscono ai sensi della legge n. 183/2011. Una norma che consente di andare oltre la consueta formula dello studio associato, aggregando anche soci iscritti a Organi professionali diversi o anche non iscritti affatto. Nell’evoluzione degli studi professionali in società tra professionisti  uno degli obiettivi principali è quello di garantire il passaggio della clientela senza dover ricorrere alla cessazione dell’attività professionale.

Ma non è tutto oro quel che luccica: sono diversi infatti i dubbi riguardanti la possibile trasformazione in società tra professionisti.

I dubbi normativi riguardano in primo luogo il fatto che non si possa applicare al professionista la disciplina relativa al trasferimento d’azienda, non essendo egli un imprenditore e non essendo lo studio un’azienda.

Dubbi che caratterizzano una certa assenza di indicazione precise riguardanti il nuovi regime.

Ma è proprio nell’assenza di precise indicazioni sul trattamento fiscale del reddito prodotto dalla società tra professionisti si trova la spiegazione della loro ancora scarsa diffusione: secondo gli ultimi dati forniti da Unioncamere, al 18 giugno 2014 erano appena 193 le società tra professionisti in Italia.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.