Quanto costa costruire una casa domotica?

Quali sono le variabili che influiscono sui costi di costruzione di una casa domotica?

Corso Domotica

Valuta questo articolo

Quanto costa costruire una casa domotica? Totale 4.56 / 5 9 Voti

Quali sono i costi di costruzione di una casa domotica? La domanda che in tanti negli ultimi anni, almeno da quando la domotica è diventata una parola conosciuta, si stanno ponendo, non possiede però una facile risposta. Troppe sono infatti le variabile che possono incedere sui costi.

Ma andiamo con ordine, innanzitutto dobbiamo definire cosa si intende per domotica.

La domotica (l’etimologia della parola deriva dal vocabolo latino domus più robotica ), la definizione è facilmente rintracciabile con una semplice ricerca in rete, è a tutti gli effetti una scienza che ha come scopo il miglioramento della qualità di vita nelle case attraverso l’uso e lo studio delle più moderne tecnologie. Come è facile comprendere si tratta di una scienza altamente interdisciplinare, un settore che riunisce competenze di ingegneria, architettura, automazione, elettronica, informatica, telecomunicazioni.

Da questa prima definizione si può ben capire la complessità della materia e quindi la difficoltà di definire dei costi standard fissi per la realizzazione di una casa domotica

Possiamo comunque provare ad analizzare, almeno teoricamente, i costi necessari per realizzare un impianto domotico in un appartamento di circa 100mq composto da soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, terrazza/balconi, un appartamento di media grandezza quindi, che supponiamo possa descrivere una buona percentuale di case italiane.

Un impianto standard per una casa domotica realizzata da un professionista certificatodovrebbe essere composto da circa 32 pulsanti, tra  interruttori e punti di comando per le tapparelle, 14 punti luce indipendenti, 1 cronotermostato, 4 prese dedicate per il controllo degli elettrodomestici, dispositivo per l’invio di messaggi SMS per il controllo dell’impianto e dei segnali d’allarme, dispositivo con avviso sonoro anti-sovraccarico, centralino con protezioni elettriche a riattivazione automatica.

Un blocco tecnologico che fa subito lievitare il costo di circa 5.000 0 6.000 euro (i prezzi sono ovviamente orientativi vista la grande incertezza e variabilità che regna in materia), prezzi non eccessivi quindi per poter dare alla propria casa un primo step domotico.

Quali tecnologie comprende una casa domotica con impianto base ?

Con l’installazione di un impianto domotico di base è possibile che costi di costruzione di una casa domotica rimangano moderati e accessibili a tanti.

  • creare scenari predefiniti e ambientazioni personalizzate (luce/temperatura/prese comandate) a seconda dei vari momenti della giornata;

  • centralizzare l’accensione/spegnimento delle luci in un unico punto;

  • ridurre i consumi energetici della casa impostando la temperatura solo in alcune fasce orarie;

  • controllare e gestire il clima dal cellulare via sms;

  • evitare il distacco del contatore del gestore dell’energia in caso di accensione contemporanea di più elettrodomestici;

  • proteggere persone e dispositivi da un eventuale rischio fulminazione;

  • gestire in automatico il ripristino della corrente in caso di fulmini o sbalzi di tensione dopo aver effettuato un controllo sull’impianto;

  • inviare messaggi sms di soccorso a parenti e amici tramite numeri predefiniti.

A questo primo step domotico è poi possibile aggiungere diverse soluzioni tecnologiche (con costi ovviamente crescenti e variabili) che possono adattare la casa domotica, quasi come se fosse un guanto, alle abitudini e alle richieste degli abitanti.

Ad esempio è possibile aggiungere :

  • un kit di videocitofonia con funzioni aggiuntive di segreteria videocitofonica e intercomunicazione tra postazioni interne. Circa  1.300 euro

  • pannello domotico di controllo tattile touch-screen, circa 3.500 euro

  • allarme gas con sensori per la chiusura dell’elettrovalvola in caso di fuoriuscita e sistema di avviso pericolo via sms. Circa 190 Euro

  • videocontrollo ambientale con microtelecamere interne. Circa 220 euro l’una

  • dispositivo “web server” per il controllo dell’abitazione e la gestione a distanza. Circa 1.000 Euro

Come abbiamo già sottolineato i costi degli impianti riportati, necessari per la realizzazione di una casa domotica, sono puramente orientativi, e sono stati elaborati attraverso delle libere ricerche online.

 

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.