Concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle: domande entro il 21 gennaio 2016

Dal 4 dicembre 2015 al 21 gennaio 2016 è aperto il concorso “Nuova Vita al Pincherle!”, un concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle bolognese

Riuso Urbano

Valuta questo articolo

Concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle: domande entro il 21 gennaio 2016 Totale 5.00 / 5 3 Voti

Dal 4 dicembre 2015 al 21 gennaio 2016 è aperto il concorso “Nuova Vita al Pincherle!”, un concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle bolognese. La gara di progettazione, promossa dall’associazione Giovani Architetti Bologna con il Quartiere Porto, dall’Ordine degli Architetti di Bologna e dall’ Urban Center di Bologna rientra nell’ambito delle attività attivate all’interno del più ampio progetto di “Collaborare è Bologna”.

Il giardino Salvatore Pincherle è un’area verde di modeste dimensioni ma di immense potenzialità,  situata nel centro storico di Bologna da anni lo spazio riporta alcune criticità lamentate principalmente dai residenti della zona e ad oggi è pressoché in disuso e conosciuto nella città delle due torri per le dubbie frequentazioni notturne.

Il percorso “Nuova Vita al Pincherle!”, al cui interno si è poi sviluppato il Concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle, nasce nel 2014 per supportare e promuovere una rigenerazione dal basso del giardino cittadino ed una sua completa trasformazione in una piazza di quartiere dove incontrarsi e socializzare, un’area verde accessibile e dinamica dove organizzare eventi temporanei o attività di quartiere, non più un ‘vuoto urbano’ da evitare a causa di evidenti problemi di degrado e micro-criminalità.

Il concorso si inserisce perciò in questo contesto, con l’obiettivo dichiarato di coinvolgere professionisti, creativi ed esperti di verde urbano e trasformazioni della città nella rigenerazione del Pincherle e nella progettazione di uno spazio pubblico confortevole e di qualità, dove il design di arredi urbani e le sistemazioni a verde si coniughino con l’attenzione a criteri di sostenibilità ambientale, resilienza ed inserimento nel contesto.

Quali sono i requisiti richiesti per poter partecipare al Concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle?

È particolarmente gradita la partecipazione di gruppi interdisciplinari costituiti da diverse figure professionali e non, con la capacità di gestire lo spazio che si progetta tramite attività e iniziative di partecipazione. Condizione essenziale alla partecipazione è che il capogruppo proponente sia in possesso della laurea in Architettura o in Ingegneria e non abbia superato il 41° anno di età alla pubblicazione del presente bando.

Quali sono invece gli obiettivi e i temi del Concorso per la riqualificazione urbana del Pincherle?

I partecipanti dovranno redigere un progetto di riqualificazione urbana che abbia tra i suoi punti forti:

  • accessibilità dell’area e permeabilità degli spazi;

  • economicità complessiva delle opere e della loro manutenzione;

  • qualità del design degli arredi urbani;

  • riuso e riciclabilità dei materiali;

  • fruibilità degli spazi e possibilità d’uso dell’area verde da parte di tutte le fasce di età e di portatori di handicap;

  • possibilità dell’area di svolgere la funzione di aggregazione sociale fra i diversi utenti del quartiere (anche tramite spazi comuni e condivisi opportunamente progettati);

  • previsione di forme di gestione condivisa degli spazi e coinvolgimento di associazioni o gruppi di cittadini nella manutenzione e presidio del giardino;

  • conservazione e incremento della biodiversità tramite un’attento uso del verde (alberature, piante ornamentali, orti urbani, casette per insetti, ecc.);

  • valorizzazione delle preesitenze storiche, in particolare del tratto residuo di mura del Mille e della edificio casa natale di Luigi Galvani che su affaccia sul giardino.

Al primo classificato sarà riconosciuto un premio in denaro di 2.500  euro, al secondo classificato di 700 euro. Un eventuale terzo premio sarà assegnato a discrezione della Giuria.

Il concorso si svolgerà interamente via internet, attraverso la piattaforma concorsi on-line dell’Ordine Architetti di Bologna. Il bando, la relativa documentazione e tutte le informazioni sono disponibili a partire da mercoledì 9 dicembre 2015 all’indirizzo http://concorsi.archibo.it/

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.