Competenze professionali e riforma professioni tecniche: tutte le ultime notizie

Competenze professionali, la Riforma professioni tecniche vuole chiudere le diatribe tra i Tecnici e rivedere i percorsi formativi professionali

Valuta questo articolo

Competenze professionali e riforma professioni tecniche: tutte le ultime notizie Totale 5.00 / 5 2 Voti

Alla Commissione Europea il Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei ministri ha inviato il Piano nazionale di Riforma professioni tecniche: lo scopo principale è delineare chiaramente le competenze professionali dei Tecnici e rivedere i percorsi formativi professionali.

Il censimento delle professioni regolamentate e la conseguente riforma professioni tecniche era una richiesta già emersa da tempo. Da quando l’Unione Europea pubblicò la Direttiva 2013/55/UE sul riconoscimento delle qualifiche professionali. Il vecchio database ne conteneva 143, un numero lievitato fino al numero di 174. Un aumento che ha generato un diffusa discussione pubblica riguardante le differenti competenze professionali tipiche di professioni che operano nel medesimo ambito, o in ambiti contingenti.

Ambiti professionali, come l’edilizia, dove spesso la linea di confine tra attività riservate ai geometri, attività riservate agli ingegneri e mansioni che rientrano tra le competenze professionali esclusive degli architetti o dei periti edili e industriali, vivono su una linea di confine sottilissima. Una sorta di connivenza che nel corso dei decenni ha generato contenziosi e spiacevoli litigi tra i rappresentanti delle diverse professionalità.

Riforma professioni tecniche e competenze professionali in edilizia: facciamo il punto

  • Architetti: rispetto ai liberi professionisti i dipendenti non hanno l’obbligo dell’esame di Stato e dell’iscrizione all’Albo. Il datore di lavoro in questo caso si assume totalmente i rischi per eventuali errori. È evidente quindi la differenza tra Architetti liberi professionisti e laureati in architettura dipendenti di studi professionali.

  • Geometri: alla professione di Geometra (una figura tipica dell’ordinamento lavorativo italiano ndr) si accede dopo un diploma di scuola superiore, oppure dopo aver conseguito una laurea triennale o un diploma universitario (su questa linea stanno andando tutte le indicazioni in arrivo da MIUR e CNGeGL). L’evoluzione del geometra laureato rischia di aumentare gli attriti tra le diverse categorie professionali, secondo diversi esperti infatti, in caso di laurea il ruolo del geometra potrebbe confondersi con quelli dell’ingegnere e dell’architetto.

  • Ingegneri: la più grande novità riguardante il settore professionale degli ingegneri riguarda la possibilità che il piano nazionale possa adeguare i percorsi formativi professionali all’evoluzione tecnologica. Un terreno di evoluzione e di scontro che promette di regalare nuovi colpi di scena nei prossimi mesi.

  • Periti Edili e Industriali: la professione di perito oggi conta in Italia ben 37 specializzazioni, all’interno di un Albo professionale diviso in 7 diverse sezioni. Per accedere all’albo è necessario un diploma di maturità specifico o un diploma di laurea , dopo di che è previsto il superamenti di un esame di Stato. In caso di periti laureati si può essere ammessi a tredici diversi esami di stato. Il piano nazionale in discussione in queste ore mira ad accorpare le diverse specialità per aree tematiche similari.

La revisione dei percorsi formativi professionali: cosa cambierà nel mondo degli architetti, geometri, ingegneri e periti edili?

La revisione dei percorsi formativi professionali è uno dei punti cardine della Riforma Professioni tecniche di cui dovrò occuparsi il tavolo tecnico istituito presso il Ministero della Giustizia, cui parteciperanno Ordini professionali e Governo. Dal punto di vista della formazione il Piano nazionale analizza inoltre la situazione di ogni professione e focalizzare l’attenzione sugli aspetti pratici che il Tavolo tecnico deciderà di risolvere.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.