Compensi professionali Ingegneri: calano ancora i redditi professionali dei professionisti italiani

Compensi professionali Ingegneri: per il mondo dell'ingegneria si profila una crisi del reddito piuttosto preoccupante, registrato un meno 20% tra il 2007 e il 2014.

Corsi Crediti Ingegneri

Valuta questo articolo

Compensi professionali Ingegneri: calano ancora i redditi professionali dei professionisti italiani Totale 5.00 / 5 5 Voti

Secondo l’analisi del Centro Studi del Consiglio Nazionale Ingegneri, presentata venerdì 4 marzo a Bologna in occasione dell’Assemblea Nazionale, la situazione la situazione dei compensi professionali ingegneri appare alquanto precaria. Se è il 27% dei liberi professionisti fino a 35 anni ad avere registrato la flessione del fatturato lo scorso anno, tale percentuale sale spaventosamente al 56,2% tra gli ultracinquantacinquenni.

Nel complesso tra il 2007 ed il 2014 il reddito legato ai compensi professionali degli ingegneri ha registrato una flessione vicina al 20%. Si è passati da poco più di 40 mila euro annui pro-capite a poco più di 32.000 euro. Riguardo all’anno in corso, rispetto al 2015, il Centro Studi CNI stima che i redditi professionali, potrebbero oscillare tra 0% e -1%. In una visione ottimistica, dunque, la crescita sarebbe nulla, mentre l’alternativa sarebbe un’ulteriore riduzione del giro d’affari, escludendo dunque, per il momento, un’ipotesi di crescita.

“Il quadro dei compensi professionali ingegneri”  ha commentato Armando Zambrano, Presidente del CNI “resta di emergenza e richiede interventi che siano, in buona misura, di discontinuità con il passato. A fronte della crisi di redditi si aprono prospettive invece sulle nuove frontiere dell’ingegneria, soprattutto sul versante dell’innovazione tecnologica, per cui sono richieste nuove figure come, ad esempio, lo sviluppatore dei mezzi di trasporto alternativi, il responsabile per lo smaltimento dei dati personali, il responsabile della gestione e dell’organizzazione della vita digitale”.

Cosa prevede la legge per quanto riguarda i compensi professionali ingegneri?

“Sono abrogate le tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico” e, ai sensi del successivo comma 4 “il compenso per le prestazioni professionali è pattuito, nelle forme previste dall’ordinamento, al momento del conferimento dell’incarico professionale. Il professionista deve rendere noto al cliente il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico e deve altresì indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale. In ogni caso la misura del compenso è previamente resa nota al cliente con un preventivo di massima, deve essere adeguata all’importanza dell’opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi”.

Cosi dispone l’articolo 9, comma 1, del Decreto legge numero 1 del 2012. Un norma che evidenzia chiaramente l’intento del legislatore di modulare il corrispettivo alla specifica prestazione, superando il previgente sistema che fissava dei compensi professionali ingegneri minimi.

Le nuove norme invece evidenziano chiaramente come ora vi sia la necessità, di adottare con il committente un approccio nuovo e inevitabilmente molto attento allo scrupoloso rispetto delle norme. La possibilità di determinare il compenso senza alcun riferimento a parametri prefissati espone il professionista in misura molto maggiore che nel passato a contestazioni. Il professionista oggi è tenuto a rendere preventivamente nota al cliente la misura del compenso, un preventivo dunque da fornire al committente, per il quale è senza dubbio da consigliare la forma scritta, che evidenzi i compensi per ciascuna singola prestazione e che specifichi anche gli importi di spese, oneri e contributi.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.