Commissioni Bancomat ridotte? … Si ma solo per tasse e bollettini

Commissioni ridotte per pagamenti e incentivi per l'utilizzo di bancomat e carte di credito

Valuta questo articolo

Commissioni Bancomat ridotte? … Si ma solo per tasse e bollettini Totale 5.00 / 5 2 Voti

Il Consorzio Bancomat si è recentemente impegnato a ridurre le commissioni interbancarie del 30%, da 0,10 euro a 0,07 euro.

La notizia, riportata da varie testate d’informai zone ha però un retroscena. La riduzione delle commissioni interbancarie del 30% sarà applicata solo ai pagamenti di tasse e bollettini;

non tutte le operazioni bancarie saranno quindi interessate dalla riduzione.

Una limitazione dell’agevolazione a cui Confesercenti risponde richiedendo l’estensione della riduzione delle commissioni per tutte le operazioni bancarie e non solo ai pagamenti con carta di debito Pago Bancomat di bollette ed altre fatture commerciali effettuato presso un soggetto incaricato della riscossione dal creditore.

Solo così, sottolinea Confesercenti, si potrà dare un reale impulso all’adozione della moneta elettronica, eliminando i rischi ed i costi connessi alla gestione del contante. Una considerazione che si fonda sui dati: secondo un sondaggio di  Confesercenti sulla moneta elettronica.

Nel 40% si evita di utilizzare bancomat e carte di debito e credito proprio a causa del costo del servizio.

Oltre a ridurre le commissioni, per promuovere i pagamenti elettronici, Confesercenti propone di introdurre degli incentivi fiscali per imprese e consumatori che usano carte di debito e di credito, così come già avviene con successo in Spagna.

Sicuramente, sottolinea Confesercenti, la riduzione del Bill Payment è un passo in avanti, che però risulta utile soprattutto per gli imprenditori di tabaccherie e ricevitorie permettendo loro di fare in modo che i margini sui pagamenti di bollette e tasse non vengano completamente erosi dalle commissioni. Queste operazioni, tuttavia, rappresentano solo una piccola parte di quelle che avvengono sul circuito Pago Bancomat in Italia.

Per stimolare realmente la diffusione della moneta elettronica; favorire la crescita del’E-Commerce e di tutto il settore del commercio digitale in Italia, è necessario che, anche su impulso dell’Antitrust, si prosegua sul percorso della riduzione dei costi delle transazioni estendendolo a tutte le operazioni, incluse quelle con carta di credito, introducendo anche degli incentivi fiscali da riservare a chi usa carte di debito e di credito.

 

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.