Una “Coalizione” tra notai e le Associazioni delle agenzie immobiliari a tutela delle compravendite immobiliari e della Conformità Catastale ed Edilizia

Sottoscritto a Bologna il Protocollo di Intesa per la promozione e la diffusione della Dichiarazione Tecnica di Conformità Catastale ed Edilizia.

Valuta questo articolo

Una “Coalizione” tra notai e le Associazioni delle agenzie immobiliari a tutela delle compravendite immobiliari e della Conformità Catastale ed Edilizia Totale 5.00 / 5 2 Voti

Siglato a Bologna il Protocollo di Intesa tra i notai dell’Emilia-Romagna e i rappresentanti delle Associazioni delle Agenzie Immobiliari. Il documento, è stato sottoscritto dal notaio Flavia Fiocchi (Presidente del Comitato Regionale dei Consigli Notarili dell’Emilia-Romagna), Gian Battista Baccarini (Presidente F.I.A.I.P. Emilia-Romagna), Roberto Maccaferri (Presidente Fimaa Bologna e Consigliere Fimaa Emilia-Romagna), Archimede Pingiori (Presidente A.N.A.M.A. Emilia-Romagna). Il Protocollo è stato siglato alla presenza del notaio Claudio Babbini (Presidente Consiglio Notarile di Bologna), e Paolo Righi, Coordinatore della Consulta Interassociativa Nazionale dell’intermediazione immobiliare (FiaipFimaaAnama).

Obiettivo primario è quello di informare l’utente-consumatore in maniera puntuale, costante, e soprattutto già dalla fase precontrattuale, della necessaria opportunità di far predisporre da un tecnico abilitato una Dichiarazione che attesti la conformità catastale e la regolarità edilizio-urbanistica per tutti gli immobili oggetto di atti di cessione.

Non va dimenticato, sottolineano i firmatari, che la legislazione nazionale e regionale in materia edilizia è finalizzata a reprimere e a scoraggiare gli abusi edilizi.

“E’ compito del notaio informare le parti sugli aspetti che influiscono sulla regolare circolazione e sull’utilizzo del bene stesso” ha affermato il notaio Flavia Fiocchi “evidenziando l’importanza del rilascio o mancato rilascio di provvedimenti sia autorizzativi che modificativi relativi all’immobile da alienare o acquistare, e sul rilascio o mancato rilascio di un certificato di conformità catastale ed agibilità edilizia“.

Sullo stesso tono anche le dichiarazioni di Paolo Righi, Coordinatore della Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione Immobiliare (Fiaip-Fimaa-Anama).

“La sottoscrizione del Protocollo sul certificato di conformità catastale ed agibilità edilizia ” afferma Righi “rappresenta un primo passo importante per la costruzione condivisa di un percorso di totale garanzia per il cittadino che si appresta a vendere o acquistare una proprietà immobiliare attraverso la necessaria collaborazione tra agenti immobiliari e notai quali figure professionali indispensabili, ciascuno per le rispettive competenze, nel raggiungimento del comune obiettivo di una compravendita lineare che riduce i contenziosi, incentiva la regolare circolazione degli immobili e soprattutto garantisce la massima serenità ai contraenti”.

“Auspichiamo” affermano all’unisono i tre esponenti regionali di Fiaip, Fimaa e Anama Gian Battista Baccarini, Roberto Maccaferri e Archimede Pingiori “che l’accordo regionale, siglato oggi con il Consiglio notarile dell’Emilia Romagna, possa estendersi in breve tempo a tutto il territorio nazionale. La figura dell’agente immobiliare nell’attività precontrattuale è ormai fondamentale. Per questo intendiamo dare insieme al Notariato un ulteriore contributo alla trasparenza e alla sicurezza del mercato immobiliare”.

Quali pratiche si vuole diffondere con il Protocollo di Intesa tra notai e le Associazioni delle agenzie immobiliari a tutela delle compravendite immobiliari e della Conformità Catastale ed Edilizia?

Il Protocollo di Intesa ha il compito di promuovere e diffondere presso tutti i cittadini, gli agenti immobiliari e i Notai della Regione la “buona pratica”, consistente nel dotare tutti gli immobili da vendere e cedere del documento attestante la sostanziale Conformità Catastale ed Edilizia tra stato di fatto dell’immobile e i dati catastali e la planimetria depositata in catasto, nel rispetto della vigente normativa, e la corrispondenza tra quanto oggetto dell’atto di cessione immobiliare e quanto legittimato dagli atti in materia edilizia-urbanistica depositati presso i Comuni della Province della Regione Emilia-Romagna, segnalando eventuali difformità. Tale documento, promosso da tutti i Distretti Notarili della Regione attraverso accordi e protocolli da ciascun territorio sottoscritti con i tecnici ed i rispettivi Comuni, è di fondamentale importanza nella circolazione degli immobili, in quanto volto a garantire la “bontà” dell’immobile messo in circolazione e l’assenza di abusi edilizi.

L’obiettivo prioritario, dichiarano le associazioni firmatarie, è quello di creare e consolidare una prassi a tutela del cliente-consumatore, che lo sensibilizzi sull’importanza della Dichiarazione di Conformità Catastale ed Edilizia e la regolarità edilizio-urbanistica e catastale, a corredo dell’immobile ed impegni tutti i soggetti coinvolti, agenti immobiliari e notai ad una maggior tutela del cittadino nel delicato percorso di acquisto/cessione di un immobile.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.