Chi è obbligato ad iscriversi ad Inarcassa e chi invece deve scegliere l’Inps?

L’Inps ha diffuso una circolare con cui cerca di fare, almeno in parte, chiarezza sull’iscrizione obbligatoria ad Inarcassa per ingeneri, architetti.

Valuta questo articolo

Chi è obbligato ad iscriversi ad Inarcassa e chi invece deve scegliere l’Inps? Totale 5.00 / 5 8 Voti

Inarcassa obbligatoria? L’affermazione è apparsa pochi giorni fa su alcuni giornali tematici. L’Inps ha infatti diffuso una circolare, la numero 72 emessa il 10 aprile con cui fornisce i criteri generali per la corretta individuazione dell’ente competente, inps o Inarcassa, in materia di previdenza, per i liberi professionisti che svolgono attività professionale di ingegnere od architetto.

Nello specifico l’inps ha voluto ricordare che per gli iscritti agli albi degli architetti e degli ingegneri, la normativa che disciplina l’iscrizione alla cassa edile è contenuta nella Legge numero del 1981.

“devono iscriversi ad Inarcassa gli ingegneri e gli architetti che esercitano la libera professione con carattere di continuità, presentando le seguenti caratteristiche: iscrizione  all’Albo professionale, titolarità della partita I.V.A., non risultare iscritti ad altra forma di previdenza obbligatoria, in dipendenza di un rapporto di lavoro subordinato o comunque altra attività esercitata”

Pertanto, i professionisti che producono redditi da lavoro autonomo, ma presentano un rapporto di lavoro subordinato non possono essere assoggettati alla contribuzione soggettiva obbligatoria presso Inarcassa.

Tutto chiaro quindi, se non che tanti sono stati i dubbi sorti al momento di definire correttamente il concetto di esercizio della professione di ingegnere e architetto.

Per definirlo, bisogna far riferimento ad alcune sentenze della Corte di Cassazione che ha cosi definito l’esercizio della professione “l’esercizio di attività che, pur non professionalmente tipiche, presentino, tuttavia un “nesso” con l’attività professionale strettamente intesa, in quanto richiedono le stesse competenze tecniche di cui il professionista ordinariamente si avvale nell’esercizio dell’attività professionale e nel cui svolgimento, quindi, mette a frutto la specifica cultura che gli deriva dalla formazione tipo, logicamente propria della sua professione

Per non rischiare l’Inps ha comunque diffuso una sorta di prontuario in cui sono individuate le attività che sono attratte alla professione di ingegnere ed architetto, anche qualora svolte in virtù di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, ovvero di un contratto a progetto.

Accedono alla Gestione separata Inps:

  • consulente commerciale per società che vende apparecchi informatici

  • procacciatore d’affari e consulente commerciale

  • orientatore professionale

  • consulente bancario e finanziario – Imprenditore individuale che svolge attività di certificazione dei prodotti farmaceutici

  • consulente commerciale

Accedono alla gestione Inarcassa:

  • ingegnere perito balistico

  • ingegnere consulente gestionale

  • amministratore di condominio

  • consulente e programmatore informatico

  • consulente ambientale

  • amministratori e componenti dei Consigli di Amministrazione, di società che svolgono attività di natura tecnica e/o tecnologica

  • project manager nel settore ICT – telefonia mobile

  • consulente della movimentazione e trasporto di merci pericolose; assistente al RSPP

  • partecipanti ai Consigli nazionali od Ordini territoriali della categoria di appartenenza, o degli Enti di previdenza privati/privatizzati

Per entrambe le forme assicurative vale in ogni caso la “regola dell’esclusività”, nel senso che un iscrizione ad un ente previdenziale esclude automaticamente l’altro.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.