Chi è? Cosa fa? Dove lavora? Come si diventa tecnico competente in acustica edile e ambientale

Il tecnico competente in acustica ambientale (acronimo TCAA) è un professionista autorizzato per legge ad effettuare misure fonometriche e a eseguire studi tecnici sull’inquinamento ambientale dovuto al rumore.

Corso Tecnico In Acustica Edile

Valuta questo articolo

Chi è? Cosa fa? Dove lavora? Come si diventa tecnico competente in acustica edile e ambientale Totale 5.00 / 5 6 Voti

Il tecnico competente in acustica ambientale (acronimo TCAA) è un professionista autorizzato per legge ad effettuare misure fonometriche e a eseguire studi tecnici sull’inquinamento ambientale dovuto al rumore. Tuttavia per molto tempo l’accesso alle liste regionali di coloro ai quali era riconosciuta la titolarità di poter svolgere attività professionale nel campo dell’Acustica Ambientale è stato riservato a norma di legge solo a coloro che avevano acquisito esperienza ‘’sul campo’’ in maniera continuata e non occasionale, quindi non necessariamente un professionista specificatamente formato nel settore, ma un qualunque tecnico iscritto ad un ordine professionale che potesse dimostrare di aver svolto esperienza pratica in materia.

Negli ultimi anni invece le regioni che hanno acquisito proprie norme territoriali in materia di risanamento dall’inquinamento acustico, hanno previsto che il Tecnico Competente in Acustica Ambientale potesse essere anche quel professionista che, già iscritto ad un proprio ordine professionale come architetti, ingegneri, geometri, geologi, periti industriali e periti agrari, frequentato un corso di formazione professionale specifico, finalizzato all’abilitazione e all’esercizio della professione, potesse accedere alle liste dei professionisti accreditati presso la regione di competenza territoriale ma con validità del mandato su tutto il territorio nazionale.

Ne consegue che tali figure professionali non solo acquisiscono un’approfondita formazione specifica in materia mediante corsi tenuti da parte di relatori di comprovata professionalità nel settore, ma anche hanno la possibilità di verificare sul campo ciò che la teoria e la normativa ha messo loro a disposizione come strumenti di discernimento delle diverse situazioni e casistiche che possono presentarsi di volta in volta.

La figura professionale del Tecnico competente in acustica ambientale, è quindi chiamata ad occuparsi di diverse situazioni in materia di acustica quali:

  • valutazione di impatto acustico

  • valutazione di clima acustico

  • piani di risanamento da inquinamento acustico

  • progettazione finalizzata alla riduzione di immissione di inquinamento acustico

  • progettazione finalizzata alla protezione da inquinamento acustico in ambiente abitativo e lavorativo

  • valutazione della salubrità dell’ambiente di lavoro dal punto di vista acustico

  • vibrazioni

  • valutazione dei requisiti tecnici passivi in ambiente abitativo

Il Tecnico competente in acustica ambientale viene inoltre chiamato ad occuparsi nello specifico di:

  • redazione di piani di zonizzazione acustica

  • redazione di regolamenti comunali in materia di acustica ambientale

  • valutazione delle proposte di risanamento acustico e modalità e tempi di attuazione

Come si può notare i campi di applicazione delle competenze del Tecnico competente in acustica sono molteplici e altrettanto diverse e specifiche sono le norme vigenti che sottendono ad ognuna delle categorie sopracitate e alle quali il professionista deve attenersi per poter effettuare misurazioni, valutazioni, elaborazione dati rilevati per poter dare pareri conclusivi.

Allo stato attuale della normativa in vigore, i professionisti che vogliono accedere allo svolgimento dell’attività di Tecnico Competente in Acustica Ambientale, devono possedere oltre ai titoli di studio previsti dalla normative, frequentare un corso di formazione di 200 ore patrocinato dalle diverse regioni che ne abbiano deliberato e regolato lo svolgimento mediante enti di formazione riconosciuti per serietà e competenza.

Quali studi e quale formazione è richiesta per poter svolgere la mansione di Tecnico Competente in Acustica Ambientale?

Nell’articolo 6 e 7 e 8 della legge 447/95 vengono definite nel dettaglio le tipologie di studi che competono a questa figura professionale e l’esperienza di pratica richiesta per essere ammessi alla lista.

Art. 2 comma 6 “…Il Tecnico Competente in Acustica Ambientale deve essere in possesso del diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o del diploma universitario ad indirizzo scientifico ovvero del diploma di laurea ad indirizzo scientifico.
Art. 2 comma 7 “l’attività di Tecnico Competente in Acustica Ambientale può essere svolta previa presentazione di domanda presso l’assessorato competente in materia ambientale e corredata da documentazione comprovante l’attività svolta in maniera non occasione per quattro anni per i possessori di diploma di scuola media superiore e di due anni per i laureati…”
Art. 2 comma 8 “le attività di cui al comma 6 possono essere svolte altresì da coloro che, in possesso di diploma di scuola media superiore, siano in servizio presso le strutture pubbliche e territoriali e vi svolgano la propria attività nel settore dell’acustica ambientale…”

Le indicazioni sulla formazione professionale del Tecnico Competente in Acustica Ambientale contenute nella legge 447/95 sono state poi ulteriormente specificate e approfondite dal D.P.C.M. 31 Marzo 1998 che puntualizza come “ tra i diplomi di scuola media superiore ad indirizzo tecnico è compreso quello di maturità scientifica e tra i diplomi universitari o i diplomi di laurea ad indirizzo scientifico, quelli in ingegneria ed architettura.”

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.